Mer 30 Settembre 2020 — 17:26

Yacht Sanlorenzo alla prova dello sbarco in Borsa, prezzo Ipo tra 16 e 19 euro



L’offerta parte domani e arriva poche settimane dopo l’improvviso ritiro dal processo di quotazione da parte di Ferretti

sanlorenzo borsa

Avanti tutta degli yacht Sanlorenzo verso lo sbarco in Borsa: il prezzo dell’Ipo è stato fissato in una forchetta tra 16 e 19 euro per azione. L’offerta parte domani e arriva poche settimane dopo l’improvviso ritiro dal processo di quotazione da parte di Ferretti, un marchio del settore altrettanto blasonato.

Sanlorenzo in Borsa, il prezzo dell’Ipo

Sanlorenzo punta alla quotazione sul mercato Mta, segmento Star di Piazza Affari. La società, che realizza i suoi super scafi nei cantieri di Ameglia (La Spezia), Viareggio, Massa e La Spezia, fa capo alla Happy Life dell’imprenditore Massimo Perotti, che è presidente esecutivo. San Lorenzo è leader a livello mondiale per numero di yacht di lunghezza superiore ai 30 metri.

Tornando all’offerta, il range di prezzo corrisponde a una capitalizzazione totale, post aumento, tra 552 e 656 milioni di euro, a fronte di una valorizzazione attuale tra i 480 e i 570 milioni.

Flottante fino al 35,1%

L’Ipo riguarda 11 milioni di azioni, corrispondenti al 31,9% circa del capitale sociale (post aumento). Prevista l’opzione greenshoe per i global coordinator di un ulteriore 1,1, milioni di azioni, pari al 10% del numero massimo di azioni oggetto dell’offerta.

In caso di integrale esercizio dell’opzione, il flottante salirà al 35,1% circa del capitale sociale. L’offerta è riservata a investitori qualificati in Italia e a investitori istituzionali all’estero.

Banca Imi, BofA Securities e UniCredit cib agiranno in qualità di joint global coordinator e Joint bookrunner.

Sanlorenzo e il precedente di Ferretti

La società sembra quindi arrivare con fiducia all’appuntamento con la quotazione in Borsa, nonostante i recenti ritiri eccellenti come quello di Rcf group e soprattutto di Ferretti che opera nello stesso settore. In entrambi i casi il ritiro è avvenuto dopo aver fissato la forchetta di prezzo a causa di problemi legati alla valutazione.

Ferretti in particolare ha gettato la spugna, dopo due proroghe, non avendo ritenuto congruo il prezzo offerto. La sfida riguarda quindi più in generale la nautica italiana, un comparto di eccellenza in cerca di rilancio.

I numeri del bilancio

Quanto ai numeri di Sanlorenzo, la società prevede di avere una struttura finanziaria esente da debito. Nel 2018 Sanlorenzo ha registrato ricavi netti consolidati da nuovi yacht per 327 milioni, con un Ebitda consolidato di 38 milioni.

Nei primi sei mesi del 2019 i ricavi netti consolidati da nuovi yacht sono stati pari a 205 milioni (con un aumento del 39,4% rispetto all’anno precedente). Per l’intero 2019, il gruppo prevede che i ricavi netti dei nuovi yacht saranno compresi tra 430 e 456 milioni, con un Ebitda di circa 62-66 milioni e un margine del 14-15%.

Bper aumento di capitale 30-09-2020 — 09:59

Bper, aumento di capitale da oltre 800 milioni

Il prezzo di 90 centesimi incorpora uno sconto sul Terp del 31% circa. Schierato un ampio consorzio di garanzia

continua la lettura