Mar 28 Giugno 2022 — 22:59

Verso una fusione Tinexta Prelios?



La società dello Star avrebbe pronto un aumento di capitale da 100 milioni. Prelios vale oltre 1 miliardo e l’operazione potrebbe avvenire per cassa e azioni. Tinexta precisa: interessati a valutare diverse opportunità strategiche, ma non questa operazione

Si profila una possibile fusione tra Tinexta e Prelios. Lo riferiscono indiscrezioni di stampa secondo cui il negoziato è nella fase delle valutazioni e approfondimenti. Rumors smentiti in giornata da Tinexta con una nota, che non ha però modificato l’intonazione negativa del titolo.

Fusione Tinexta Prelios?

Tinexta, secondo le indiscrezioni di stampa, sarebbe in trattativa con Prelios per mandare in porto una fusione che darebbe vita a un big dei servizi creditizi.

Dall’aggregazione, scrive il Messaggero, nascerebbe un soggetto in grado di integrare “scenari fra le attività di prodotti e servizi di digitalizzazione, asset management, servizi immobiliari specialistici, con oltre 300 miliardi di volumi movimentati”.

Tinexta è assistita dall’advisor Rothschild e Prelios da Jp Morgan.

Prelios è controllata al 99,7% dal fondo Usa Davidson Kempner Capital, che avrebbe intenzione di valorizzare il suo investimento.

Tinexta, aumento di capitale da 100 milioni

Tinexta vede Tecno holding, finanziaria delle Camere di commercio, in maggioranza con il 55,75%. La società dello Star avrebbe pronto un aumento di capitale da 100 milioni. Prelios vale oltre 1 miliardo e l’operazione potrebbe avvenire per cassa e azioni.

Dietro l’operazione ci sarebbe lo zampino di Intesa Sanpaolo, che è partner sia di Tinexta sia di Prelios, con cui ha creato una piattaforma sui crediti Utp. Il presidente di Tinexta, Enrico Salza, è stato fra gli artefici della fusione tra Banca Intesa e Sanpaolo Imi, quando era presidente dell’istituto di Torino. L’amministratore delegato di Tinexta è dal 2015 Pier Andrea Chevallard (nella foto).

I contatti per possibili operazioni sono gestiti da Prelios tramite il presidente Fabrizio Palenzona.

La nota di Tinexta

Nel pomeriggio è arrivata come detto la nota di Tinexta, secondo cui il gruppo “non ha interesse all’operazione” per un’eventuale fusione con Prelios.

“Con riferimento alle indiscrezioni di stampa odierne”, il gruppo per voce del presidente Salza preciss che “nell’ambito della propria strategia di crescita, è sempre interessato a valutare diverse opportunità strategiche, senza trascurare l’analisi di alcuna operazione che i vari advisor propongono nell’ambito della loro attività”. La società conferma “il proprio impegno a perseguire prioritariamente operazioni in grado di portare accrescimento di valore per tutti gli stakeholder”,

I rumors incidono comunque negativamente sulle azioni Tinexta: in Borsa il titolo segna in chiusura -6,02% a 35,90 euro.

tim labriola 28-06-2022 — 10:02

Tim, 20mila dipendenti confluiranno nella rete: rumors

Indiscrezioni in vista del piano che sarà svelato il 7 luglio

continua la lettura