Gio 22 Agosto 2019 — 03:33

Unicredit: via la figura del dg Papa, ecco la riorganizzazione



Il rimpasto annunciato dal ceo Mustier punta sull’eliminazione della figura del dg e una prima linea “snella” che dovrà prepararsi al nuovo piano industriale 2020-2023

Unicredit Mustier news

Gianni Franco Papa se ne va da Unicredit dopo 39 anni e lascia libera la casella di Direttore generale, che tuttavia non sarà più riempita. E’ questo il fulcro della riorganizzazione annunciata dal ceo Jean Pierre Mustier, che prevede appunto l’eliminazione della figura del dg e una prima linea di 8 manager.

Una struttura più snella che consentirà a Mustier di rafforzare la presa sulla banca in vista del nuovo piano industriale 2020-2023 che sarà presentato a Londra il prossimo 3 dicembre. “Voglio essere sicuro di avere il team che lavorerà al nuovo piano, e lo metterà in atto, già al suo posto fin dall’inizio”, ha commentato fra l’altro il manager francese stamani in conference.

Al dg Papa buonuscita di 3,65 milioni

A Papa, che manterrà il ruolo di presidente del Consiglio di sorveglianza di UniCredit Bank Austria e farà da consulente fino alla sua uscita, è stata riconosciuta una “buonuscita” totale di 3,658 milioni di euro, equivalente a circa 21 mesi di retribuzione complessiva.

Continuando a razionalizzare la struttura manageriale, con un numero inferiore di riporti diretti, Mustier potrà così focalizzarsi sulla nuova strategia, guidare il processo di trasformazione e contribuire allo sviluppo della prossima generazione di manager della banca di Piazza Gae Aulenti.

Unicredit, il nuovo team di Mustier

Guardando al nuovo team Francesco Giordano e Olivier Khayat sono nominati co-CEO Commercial Banking Western Europe. Tutti sono a diretto riporto del Ceo Gianfranco Bisagni e Niccolò Ubertalli sono nominati co-Ceo Commercial Banking Cee.

Richard Burton diventerà il responsabile della divisione Corporate and Investment Banking pienamente integrata.

Alfredo De Falco, Jan Kupfer e Guy Laffineur sono nominati Deputy. Ranieri de Marchis rimarrà come co-Chief Operating Officer, affiancato da Carlo Vivaldi in qualità di co- COO, entrambi riporteranno al Ceo. Finja Kuetz, di recente entrata nel gruppo, diventerà Deputy COO con responsabilità per la Group Transformation e del Transformation & Innovation advisory board.

Per quanto riguarda la funzione Finanza e Controllo Mustier prenderà temporaneamente la responsabilità di questa funzione fino a quando verrà nominato un responsabile.

Borsa italiana oggi Milano news 21-08-2019 — 01:29

Borsa italiana: la crisi di governo non ferma il rimbalzo. In luce Pirelli, Fca

Bene anche le banche mentre migliora lo spread. Positivi i petroliferi

continua la lettura