Mar 07 Febbraio 2023 — 02:48

Unicredit, terzo trimestre 2022 supera ampiamente attese



Alzata la guidance, inoltre la distribuzione relativa all’esercizio 2022 sarà “in linea o migliore rispetto al 2021”

unicredit certificati

Unicredit chiude il terzo trimestre 2022 con numeri migliori delle attese, alza la guidance sull’esercizio in corso e promette una remunerazione in linea o migliore rispetto all’anno precedente.

Unicredit, terzo trimestre 2022

Più in dettaglio, Unicredit ha archiviato il terzo trimestre con un utile netto di 1,7 miliardi includendo la Russia ovvero di 1,3 miliardi (+31,1%) escludendo la Russia, sopra attese del consensus degli analisti. Migliorata la guidance 2022, con un utile netto superiore ai 4,8 miliardi per l’anno, escludendo la Russia, mentre i ricavi dovrebbero essere superiori a 17,4 miliardi. Per gli analisti di Jefferies, il nuovo target di utile è superiore del 15% rispetto al consensus. Confermato l’obiettivo di restituire agli azionisti almeno 16 miliardi entro il 2024. In caso di grave recessione, l’impatto sarebbe significativo, ma anche in questo caso il Gruppo prevede di poter essere in grado di rispettare in larga parte gli obiettivi di distribuzione per il periodo 2022-2024.

Unicredit nel terzo trimestre 2022 segna ricavi totali a 4,5 miliardi esclusa Russia (+4,5% su anno), i ricavi netti si attestano a 4,2 miliardi (+6,8%) con il margine d’interesse a 2,2 miliardi (+4,8%) e commissioni a 1,6 miliardi (-1,8%).

Cet1 ratio del 15,41%, sopra attese, includendo la riduzione di capitale della seconda tranche di riacquisto di azioni proprie. Uno “slancio finanziario” che pone le basi “per una distribuzione relativa all’esercizio 2022 in linea o migliore rispetto al 2021” in termini di dividendo 2023 Unicredit e programmi di buyback.

E ancora, rapporto tra crediti deteriorati lordi e totali crediti lordi al 2,8%, invariato su trimestre e in calo di 1,8% su anno. Costi a 2,3 miliardi, in rialzo dello 0,8% su trimestre e in calo del 3,1% annuo; il cost/income a 51.6% è in calo di 4,1 punti su anno.

Trimestrale Unicredit: i commenti di Andrea Orcel

Secondo il ceo di Unicredit, Andrea Orcel, i risultati del terzo trimestre 2022 “creano una solida base per una distribuzione almeno pari a quella del 2021, in attesa delle dinamiche del quarto trimestre e dell’approvazione di Autorità di vigilanza e azionisti”, ha detto l’amministratore delegato in conference.

Nella nota sui conti il manager ha sottolineato che “questo è il nostro settimo trimestre consecutivo di crescita e i migliori primi nove mesi dell’anno (4 miliardi), da almeno un decennio. Siamo in netto anticipo sugli obiettivi del piano, nonostante il prudente consolidamento delle linee di difesa”.

Orcel è stato invece sollecitato in tema di M&A da una domanda di Bloomberg Tv su eventuali nuovi colloqui con Mps una volta che Siena avrà completato l’aumento da 2,5 miliardi. “La priorità in cui si concentra l’intera organizzazione è l’esecuzione del piano”, ha risposto il ceo di Unicredit. “Per il momento stiamo generando più valore di qualsiasi acquisizione che potremmo fare” e “non ci lasceremo trascinare in acquisizioni che non raggiungono i nostri obiettivi”.

In Borsa alle ore 10,00 le azioni Unicredit segnano +2,66% a 11,826 euro, con il Ftse Mib a -0,18%.

intesa sanpaolo raccomandazioni 06-02-2023 — 03:45

Intesa, raccomandazioni aggiornate dopo i conti 2022

Carrellata di nuovi giudizi e target price in scia a risultati e dividendo giudicati migliori delle attese

continua la lettura