Mer 04 Agosto 2021 — 11:34

Unicredit Leasing: maxi cartolarizzazione da 1,6 miliardi



Chiesta la garanzia Gacs sulla tranche senior. Italfondiario e doValue agiscono rispettivamente come Master e Special Servicer della cartolarizzazione

unicredit Cash Collect Certificate

Nuova mossa di Unicredit sul fronte dei crediti deteriorati. Come parte del programma di accelerazione del Non-Core Portfolio Run-down, si legge in una nota, UniCredit Leasing ha completato con successo il trasferimento di circa 1,6 miliardi creditoria di un portafoglio italiano Non performing rappresentato da leasing immobiliare a una società veicolo (Relais Spv) e gli immobili a una Lease company, una società subordinata prevista dalla legge italiana sulla cartolarizzazione per la
gestione del patrimonio immobiliare (Relais LeaseCo).

Unicredit Leasing, maxi cartolarizzazione

Unicredit vede in questi giorni il cda al lavoro sulla successione al ceo Mustier. Ma non si ferma l’esecuzione del piano.

La cartolarizzazione è stata strutturata da Unicredit Bank AG come Sole Arranger e rappresenta la prima transazione in Italia con sottostanti crediti leasing Non performing finalizzata all’ottenimento della garanzia pubblica Gacs (Garanzia sulle Cartolarizzazioni delle Sofferenze) per le note senior.

L’11 dicembre, in particolare, Relais ha emesso tre classi di titoli: 466 milioni senior, 91 milioni mezzanine e 10 milioni junior.

Le note senior hanno ricevuto da Moody’s un rating di Baa2 e da Scope BBBsf.

Italfondiario e doValue saranno Master e Special Servicer

Italfondiario e doValue agiscono rispettivamente come Master e Special Servicer della cartolarizzazione.

Relais and Relais LeaseCo sono state costituite da Banca Finint, che ricopre anche i ruoli di Corporate Servicer, Monitoring Agent, Calculation Agent, Representative of Noteholders, e Back-up Servicer Facilitator per entrambe.

Unicredit Leasing è stata assistita da Cappelli RCCD mentre UniCredit Bank AG da Legance; Ernst & Young ha svolto il ruolo di consulente di UCL.

Unicredit ha infine notificato alla Bce la sua intenzione di ottenere il “Significant Risk Transfer” entro il 31 marzo 2021 in relazione alla vendita.

In Borsa alle ore 10,02 le azioni Unicredit segnano +0,91% a 7,895 euro, Dovalue +0,77% a 9,19 euro, in linea peraltro con l’odierna intonazione positiva del mercato.

borsa italiana oggi 04-08-2021 — 08:13

Borsa italiana oggi: Poste, Nexi, Intesa Sanpaolo, Bper

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi positiva

continua la lettura