Mer 28 Settembre 2022 — 01:54

Unicredit Italia, il timone passa da Ubertalli a Orcel



Remo Taricani assume il ruolo di Deputy Head of Italy Dopo il cambio al vertice, la banca ha ribadito il ruolo centrale dell’Italia nel gruppo

andrea orcel unicredit

Cambio al vertice di Unicredit Italia con Niccolò Ubertalli che esce di scena e l’amministratore delegato del gruppo, Andrea Orcel, che prende il timone.

Il passaggio arriva a distanza di un anno dal varo del nuovo assetto delle prime linee del business e delle geografie del gruppo.

La decisione, presa nel corso di un consiglio d’amministrazione e diffusa a mercato aperto, consentirà di “sprigionare tutto il potenziale di UniCredit Italia”, affermano Orcel e il presidente Pier Carlo Padoan.

Dopo il cambio del vertice, Unicredit ha ribadito il ruolo centrale dell’Italia nel gruppo. Questa strategia è stata confermata dai “traguardi conquistati negli scorsi mesi e ha permesso di costruire i primi solidi passi per la realizzazione di UniCredit Unlocked in Italia, il cui piano viene confermato. La prossima fase di UniCredit Unlocked ci vede pronti a rafforzare la presenza dell’Italia a livello di Gruppo”, aggiungono Orcel e Padoan in una lettera ai dipendenti del gruppo.

Nella gestione di Unicredit Italia, Orcel avrà come suo vice Remo Taricani che assumerà il ruolo di Deputy Head of Italy e guiderà le attività quotidiane del business sotto la sua supervisione. Resta invariato l’attuale team manageriale e i responsabili regionali (Luisella Altare, Annalisa Areni, Marco Bortoletti, Andrea Burchi, Roberto Fiorini, Paola Garibotti, Salvatore Malandrino) che manterranno il loro ruolo, continuando a guidare il business.

A Ubertalli, che cederà le sue attività con effetto immediato, sono giunti i ringraziamenti del vertici di Unicredit per il “contributo alla crescita con i ruoli ricoperti in Est Europa e come Head of Italy. Gli auguriamo pertanto tutto il meglio per il futuro». Il nuovo assetto consentirà di «sprigionare tutto il potenziale di UniCredit Italia e di lavorare più a stretto contatto con i colleghi del business”, evidenziano Orcel e Padoan rimarcando che non ci sarà nessun impatto sui livelli occupazionali ma consentirà di “rafforzare la struttura organizzativa in Italia. Le nostre priorità rimangono invariate”.

In Borsa oggi il titolo ha archiviato la seduta sopra la parità, in una giornata contrastata per il comparto bancario: le azioni Unicredit hanno chiuso con un +0,07% a 8,834 euro.

tim cvc 27-09-2022 — 11:02

Tim, un ruolo per l’accoppiata Berlusconi Xavier Niel?

Spunta un’ipotesi che poggia sul nuovo sodalizio italo-francese e sulla netta vittoria del centrodestra alle elezioni. Mfe smentisce “raccordi con Iliad e Tim”

continua la lettura