Mer 18 Settembre 2019 — 12:09

Unicredit, Grilli non sarà presidente: resto a Jp Morgan



L’ex ministro si sfila dalla rosa dei candidati. Sale intanto l’attesa per il nuovo piano industriale

Unicredit presidente news

Vittorio Grilli non sarà il prossimo presidente di Unicredit: lo stesso ex ministro si è sfilato dalla rosa dei candidati alla successione di Fabrizio Saccomanni, improvvisamente scomparso nello scorso agosto, precisando in sostanza che intende mantenere il suo posto a Jp Morgan.

Unicredit, Grilli non sarà il nuovo presidente

Grilli, indicato finora come uno dei favoriti per la presidenza di Unicredit, ne ha parlato con i cronisti a margine dei lavori del Forum Ambrosetti di Cernobbio.

“Io presidente di una banca? Sono già presidente di Jp Morgan”, ha spiegato Grilli, che attualmente è chairman del Corporate and investment banking per l’Europa, il Medio Oriente e l’Africa (EMEA) e chairman per l’Italia della banca d’affari americana.

Vittorio Grilli

Vittorio Grilli

Ipotesi scelta interna

L’incarico è oggi sulle spalle di Cesare Bisoni, professore di Modena che siede anche nel board della Fondazione Marco Biagi, il quale secondo le ultime indiscrezioni potrebbe anche essere confermato. Altra possibile scelta interna sarebbe Stefano Micossi, che peraltro guida il comitato Governance (gli altri componenti sono lo stesso Bisoni e i consiglieri Francesca Tondi, Alexander Wolfgring, Elena Zambon).

Fra i nomi in corsa, veniva particolarmente accreditato nei giorni scorsi quello di Alberto Cribriore, banchiere milanese attualmente a Citigroup e considerato vicino all’ad di Unicredit Jean Pierre Mustier.

Unicredit al lavoro su nuovo piano

In ogni caso il cda di Unicredit va reintegrato con un quindicesimo componente che potrebbe entrare come consigliere e poi diventare presidente.

Non si tratterà di una presidenza particolarmente lunga, con il consiglio in carica che scade con l’assemblea che approva il bilancio del 2020, quindi nella primavera del 2021.

Più vicino è invece l’orizzonte del nuovo piano industriale che verrà svelato a dicembre e su cui Mustier e la sua sono da tempo al lavoro. Il mercato è ottimista e ha premiato nelle ultime settimane il titolo con un rally che l’ha riportato sopra i 10 euro.

Questa mattina alle ore 11,03 le azioni Unicredit segnano +1,05% a 10,744 euro, con il Ftse Italia Banche a +0,8%.

Del Vecchio mediobanca generali 18-09-2019 — 10:59

Mediobanca: Del Vecchio si prende quota del 7%, obiettivo Generali?

Piazzetta Cuccia torna sotto i riflettori assieme alla catena che la lega al gruppo assicurativo di Trieste

continua la lettura