Gio 21 Marzo 2019 — 11:36

Ubs triplica l’utile netto e batte le attese



Il ceo Ermotti soddisfatto cita “il modello di business diversificato”. La maggiore banca svizzera mette però in guardia sulle prospettive economiche internazionali

Utili quasi triplicati per Ubs nel terzo trimestre di quest’anno. La maggiore banca svizzera ha riportato infatti un utile netto pari a 2,07 miliardi di franchi contro i 762 milioni di un anno fa e sopra le attese per 1,73 miliardi.

La performance riflette l’attivazione nel periodo di crediti d’imposte per 1,3 miliardi di franchi, precisa Ubs. L’utile ante imposte rettificato dagli elementi eccezionali ammonta a 979 milioni e supera del 16% quello del terzo trimestre 2014. La banca ha tuttavia messo in guardia sulle prospettive economiche mondiali e da una regolamentazione più severa, rivedendo alcuni obiettivi. Soddisfatto l’amministratore delegato Sergio Ermotti, che ha sottolineato il modello di business diversificato della banca. Già dal 2012 Ubs ha ridotto il peso dell’investment banking a favore del wealth management, anticipando le mosse annunciate nelle ultime settimane da altre big internazionali.

La banca ha anche annunciato cambiamenti ai vertici con decorrenza il primo gennaio 2016. In particolare Tom Naratil cederà il posto a Kirt Gardner quale capo delle finanze (CFO). Naratil, arrivato a Ubs nel 2000 a seguito dell’acquisto dell’istituto americano Paine Webber, assumerà la presidenza delle attività di gestione patrimoniale della regione Americhe (Wealth Management Americas) e di UBS Americas. Il suo successore Gardner lavora per la banca dal 2013, dopo aver servito per dieci anni Citicorp.

mps news 20-03-2019 — 10:18

Mps: petitum da cause legali balza a 5 miliardi. Diamanti, altro sequestro

Torna a crescere il contenzioso. Sul caso dei diamanti, fra le righe del bilancio spunta un secondo ordine di sequestro preventivo

continua la lettura