Sab 04 Aprile 2020 — 23:11

Tim, resuscita in Borsa dopo dividendo e shopping Brasile



Balzo del traffico fisso e mobile per coronavirus. Da fondo Kkr 2 miliardi per 40% rete secondaria. Manifestazione d’interesse congiunta, assieme a Telefonica, per gli asset di Oi

tim dividendo

(Articolo aggiornato dopo la chiusura di Borsa) – Azioni Telecom Italia (Tim) in spolvero oggi in Borsa dopo dati di bilancio 2019 in linea o migliori delle attese, il ritorno al dividendo sulle ordinarie e l’offerta annunciata questa mattina, assieme a Telefonica, per gli asset di Oi in Brasile, operazione questa già al centro di rumors nei mesi scorsi e apprezzata dagli analisti. Il titolo rimbalza così dagli ennesimi minimi storici segnati ieri a 0,366 euro, festeggiando anche un balzo del traffico fisso e mobile causa coronavirus.

Tim dividendo 2020 di 1 centesimo

Il dividendo mancava sulle azioni ordinarie Telecom Italia dal 2013. Il gruppo nella nota sui conti ha annunciato una cedola di 1 centesimo e di 2,75 cent per le azioni risparmio. Dividendo Tim che prevede data di stacco 22 giugno 2020 e pagamento il 24 giugno.

Sul fronte dei risultati finanziari, Tim segna ricavi per 18 miliardi di euro (-4,9%), in linea con le attese, mentre l’indebitamento finanziario netto a 23,8 miliardi (con una riduzione di 1,4 miliardi su base annua e di 473 milioni nel quarto trimestre) è migliore delle aspettative, così come la generazione di cassa a 1,7 miliardi (+1,1 miliardi su anno).

Piano 2020-2022

Il gruppo guidato dall’ad Luigi Gubitosi ha inoltre aggiornato il suo piano al 2020-2022 incrementando i target di generazione di cassa (4,5-5 miliardi ovvero 5-5.5 miliardi a parità di perimetro e principi contabili, da 3,5 mld) e stimando una riduzione dell’indebitamento after lease sotto 20 miliardi di euro da 20,5 miliardi. Il Piano 2020-2022 non incorpora al momento alcun impatto dell’emergenza coronavirus. Ma nel frattempo il gruppo ha semmai beneficiato di un’impennata del 70% del traffico fisso e del 10% del mobile.

Alleanza con Kkr per rete

Telecom conferma un’offerta non vincolante da parte di Kkr per l’acquisto di circa il 40% della rete secondaria fibra/rame di Tim, mentre il fondo infrastrutturale con il fondo Kkr che viene indicato come partner finanziario in vista “dell’auspicata integrazione” della rete con Open Fiber. Con Kkr intanto nascerà una joint venture che – ha spiegato l’ad Gubitosi in conference – porterà nelle casse di Tim 2 miliardi.

Nel mirino Oi in Brasile

Consolidamento anche in Brasile, dove Tim e Telefonica, attraverso le loro controllate locali, hanno presentato una manifestazione d’interesse a Bank of America Merrill Lynch, consulente finanziario della compagnia telefonica brasiliana Oi, per l’acquisizione congiunta del gruppo, in tutto o in parte. Tim punta al business mobile.

In Borsa le azioni Telecom Italia avanzano in chiusura del 3,95% a 0,3817 euro.

Borsa milano 03-04-2020 — 11:31

Borsa Milano giù, crollo per Intesa Sanpaolo e Ferrari

Riprendono gli acquisti sul petrolio con una riunione in programma lunedì tra Opec e Russia, che potrebbero trovare un accordo su un taglio della produzione dopo la guerra dei prezzi delle ultime settimane. Sul fronte macro, negli Usa sono andati persi a marzo ben 701.000 posti di lavoro

continua la lettura