Lun 20 Maggio 2019 — 03:37

Tim, il cda a maggioranza sostiene il presidente Conti



Il board resta spaccato. L’assemblea sembra ormai destinata a respingere le richieste di Vivendi, ma ciò non riporterà la pace all’interno dell’azienda

tim conti

Nessun ramoscello d’ulivo è stato offerto ieri nel cda straordinario di Telecom sulla relazione del collegio sindacale. Infatti il board (a maggioranza) ha confermato la piena fiducia al presidente Fulvio Conti, tirato in ballo dalle accuse di Vivendi e dalla relazione dei sindaci. Vivendi e il fondo Elliott, in vista dell’assemblea di Tim del prossimo 29 marzo, rimangono sulle loro posizioni.

Il cda in particolare si è chiuso con un voto a maggioranza per respingere i rilievi del collegio sindacale sulla “asimmetria” di informazioni in occasione della revoca dell’ex ad Amos Genish.

Il board di Tim “riafferma piena fiducia nell’operato” del presidente Fulvio Conti, messo in discussione da Vivendi, “e dell’ad Luigi Gubitosi”.

Non si placa quindi il braccio di ferro tra Vivendi e il socio “rivale” Elliott, mentre l’assemblea sembra destinata a respingere la richiesta di revoca di cinque consiglieri avanzata dai francesi. L’assise pertanto non servirà a riportare la pace in casa Telecom. Ma un accordo, magari con il coinvolgimento della Cdp (che si avvicina al 10% del capitale di Tim), non sembra all’orizzonte.

Intanto in Borsa le azioni Telecom Italia scambiano stamani deboli: alle ore 10,14 il titolo segna -0,34% a 0,53 euro.

telecom tim news 17-05-2019 — 10:15

Tim, gelo di Starace (Enel) su dossier Open Fiber. Primo trimestre atteso in calo

Il numero uno di Enel ha detto che non c’è stata “nessuna sollecitazione formale da parte di Tim per possibili combinazioni, accrocchi e vendite”

continua la lettura