Lun 08 Agosto 2022 — 02:34

Telecom (Tim) rimbalza dai minimi, rumors su Kkr



Fra le ipotesi anche una revisione dell’offerta a 0,40 euro. Analisti alla finestra

Tim Telecom News

Telecom Italia (Tim) centra finalmente un rimbalzo in Borsa, sostenuta da rumors sull’opa del fondo Kkr che potrebbe in qualche modo tornare d’attualità. Da giovedì scorso le azioni del gruppo di tlc sono crollate di oltre il 30% in scia a indicazioni del piano industriale considerate insufficienti, ma oggi il titolo mette in scena un recupero.

Equita Sim cita le indiscrezioni di stampa secondo cui una parte del Consiglio di Telecom, espressione degli amministratori indipendenti, sarebbe intenzionata a non chiudere alla proposta Kkr, “sempre che questa si riveli ancora valida. Nei prossimi giorni è prevista una riunione del comitato ad hoc e per domenica 13 dovrebbe essere convocato un cda che dovrá decidere come procedere. Lo scenario sarebbe fluido. Gli amministratori che sono propensi ad aprire al negoziato con Kkr sarebbero espressione di Assogestioni. Sará quindi da verificare se questa posizione troverá poi una maggioranza in Consiglio”.

“Lato Kkr”, prosegue Equita, la stampa “ipotizza che il fondo possa essere ancora interessato ma a prezzi inferiori a quelli indicativi espressi a novembre (con un progetto d’opa a 0,505 euro, ndr), ossia intorno a 0,4 euro per azione. La situazione rimane molto incerta: ai prezzi correnti ci sembra che il titolo non stia prezzando piú alcuna ipotesi speculativa, che rimane a nostro avviso improbabile, vista la posizione di Vivendi e Cdp che paiono fermamente a supporto del piano stand-alone, ma non impossibile. Non si registrano commenti dal Governo, che pensiamo sia innanzitutto interessato all`esecuzione dei progetti del Pnrr”.

Equita conferma la raccomandazione hold su Telecom con target price a 0,40 euro.

Da parte sua Bestinver conferma il buy e commenta: “Una revisione del prezzo offerto da Kkr potrebbe essere un esito probabile considerando le attuali condizioni di mercato e il prezzo delle azioni. Un’offerta a 0,4 euro/azione quando il titolo scambia a circa il 60% in meno potrebbe essere ancora ricevuta positivamente dagli investitori, che potrebbero trovare una via lineare per vendere le loro azioni a un premio interessante”.

“Ad ogni modo – prosegue il broker– lasciando da parte il fatto che gli investitori non sarebbero particolarmente felici di accettare un’offerta a 0,40 euro/azione, dunque circa il 25% in meno degli 0,505 euro proposti” a novembre, “solo perchè il Board non ha gestito in modo professionale l’offerta stessa dall’inizio, riteniamo improbabile che Vivendi, e in un certo senso Cdp, possa accettare l’offerta quando ha ritenuto il prezzo iniziale di 0,505 euro per azione troppo basso. Forse questo nuovo rumors metterá piú pressione al Board di Tim, che potrebbe smettere di posticipare la sua decisione e dare finalmente una risposta a Kkr”.

In Borsa alle ore 11,37 le azioni Telecom segnano +8,64% a 0,2564 euro, favorendo anche il rimbalzo di Piazza Affari con il Ftse Mib a +2,2%.

moratorie covid 06-08-2022 — 11:35

Semestrali banche italiane, trainate dal margine d’interesse

L’analisi condotta per First Cisl dal Comitato scientifico della Fondazione Fiba sui conti di Intesa Sanpaolo, Unicredit, Mps, Banco Bpm e Bper

continua la lettura