Ven 30 Luglio 2021 — 17:10

Stellantis convoca assemblea, per azionisti cash e quota Faurecia



In arrivo le azioni del gruppo della componentistica targato Peugeot, e una parte in contanti derivante dalla cessione di una partecipazione l’anno scorso da parte dei francesi

Per gli azionisti Stellantis arriva l’attesa quota di Faurecia, il gruppo della componentistica targato Peugeot, e una parte cash derivante dalla cessione di una partecipazione l’anno scorso da parte della stessa casa francese.

Stellantis continua pertanto a dare seguito ai suoi impegni di remunerazione. Il gruppo ha annunciato oggi di aver pubblicato l’avviso di convocazione dell’assemblea straordinaria per “approvare la distribuzione da Stellantis ai detentori delle sue azioni ordinarie di un massimo di 54.297.006 azioni ordinarie di Faurecia”.

Inoltre saranno distribuiti “308 milioni di euro che sono i proventi ricevuti da Peugeot per la vendita di azioni ordinarie di Faurecia nell’ottobre 2020”. L’assemblea si terrà in remoto l’8 marzo.

In seguito alla fusione con Peugeot, e poco prima dell’atto formale, Fca lo scorso 14 gennaio ha staccato il dividendo straordinario di 1,84 euro per azione corrispondente ad una distribuzione complessiva di circa 2,9 miliardi di euro, che saranno messi in pagamento il 29 gennaio.

Per via dello spin-off di Faurecia, in base agli accordi, i soci di Fca e Groupe Psa dovevano ricevere una uguale partecipazione in Faurecia pari al 23%.

L’accordo prevedeva anche una potenziale distribuzione che i consigli di amministrazione dovevano valutare di 500 milioni agli azionisti di ciascuna società prima del closing o, in alternativa, una distribuzione di 1 miliardo da corrispondere dopo la nascita di Stellantis a tutti gli azionisti.

Intanto in Borsa alle ore 9,22 le azioni Stellantis segnano +0,68%% a 13,33 euro.

unicredit mps esuberi 30-07-2021 — 03:23

Acquisizione Unicredit di Mps, fino a 6.000 esuberi ma su base volontaria?

Orcel: “Abbiamo concordato con il governo i principali presupposti da soddisfare per una transazione di successo”, evitare “esuberi non necessari”

continua la lettura