Mar 26 Maggio 2020 — 23:46

Sia e Nexi dialogano sulla possibile fusione



Secondo indiscrezioni di stampa le discussioni si spostano a livello di cda. Frenata invece per il processo di quotazione della controllata di Cdp

sia nexi

Sia e Nexi fanno un passo avanti verso la possibile fusione. Lo riferiscono indiscrezioni di stampa, mentre l’emergenza Covid avrebbe invece rallentato il processo di quotazione che la controllata di Cdp aveva messo in cantiere con l’obiettivo di un’Ipo entro l’estate.

Sia-Nexi, passo avanti verso la fusione?

Gli ultimi rumors sulla potenziale fusione Sia-Nexi sono stati pubblicati dal Messaggero nel fine settimana. Secondo la ricostruzione del giornale romano, fra Sia e Nexi è stato aperto un canale di dialogo a livello dei rispettivi cda.

La scorsa settimana il Consiglio di Sia avrebbe preso atto delle avance ricevute da Nexi, il gruppo dei pagamenti quotatosi un anno fa con successo a Piazza Affari e che fa capo ai fondi Advent, Bain e Clessidra, già finito nel mirino di Intesa Sanpaolo che a dicembre ha rilevato un 10% conferendo il suo ramo aziendale dell’attività di acquiring svolta nei confronti di oltre 380 mila punti vendita.

Sia in particolare ha dato mandato di condurre il dialogo al vicepresidente con deleghe sulle operazioni straordinarie, Massimo Sarmi, mentre per Nexi il dossier è seguito dall’ad Paolo Bertoluzzo.

Il ruolo di Cdp e Intesa Sanpaolo

Il mercato scommette da tempo sull’aggregazione, che darebbe vita a un campione nazionale del settore dei pagamenti, su cui recentemente il governo ha esteso lo scudo del golden power in quanto strategico. Questo mentre a febbraio Worldline ha comprato Ingenico, creando il quarto player mondiale e numero uno in Europa.

Nexi si avvale della consulenza degli advisor Mediobanca e Bofa Merrill Lynch; Sia è affiancata da Jp Morgan. La Cassa depositi e prestiti vorrebbe il controllo della business combination, scrive il Messaggero, con un ruolo di “investitore industriale”, accanto ad Intesa Sanpaolo che potrebbe avere interesse a restare nella compagine.

In Borsa intanto le azioni Nexi hanno retto egregiamente allo tsunami di vendite che ha colpito Milano, segnando un rialzo di circa il 5% da inizio anno contro il -25% del Ftse Mib. Oggi alle 9,18 il titolo avanza del +3,85% a 13,475 euro.

mps rovellini 26-05-2020 — 10:47

Mps, il cfo Rovellini lascia con destinazione Banco Bpm

Il direttore finanziario in partenza con destinazione Milano. L’ad Bastianini avrebbe proposto due nomi per la successione

continua la lettura