Mer 08 Dicembre 2021 — 13:46

Barclays cauta su Moncler e pessimista su Tod’s e Ferragamo



In un report il broker ha avviato la copertura su diversi titoli europei del lusso

azioni moncler

Raccomandazioni caute da parte di Barclays sulle azioni Moncler, Tod’s e Ferragamo. Per il broker il titolo dell’azienda del piumino in sostanza è da tenere, mentre quelli del gruppo marchigiano e della maison fiorentina sono da vendere (sottopesare).

In un report sul lusso infatti gli analisti di Barclays hanno avviato la copertura su Moncler con un giudizio equal-weight e target price di 54 euro.

La banca d’affari assegna a Tod’s un rating underweight con prezzo obiettivo di 32 euro. Stesso giudizio per Salvatore Ferragamo con target 15 euro.

Per Ferragamo si tratta di una delle poche raccomandazioni negative (assieme a un sell “firmato” Goldman Sachs), soprattutto dopo che diversi broker hanno alzato le proprie valutazioni in scia alla recente semestrale 2021.

Secondo Barclays i titoli dei produttori europei di beni di lusso appartengono a un settore che assicura crescita e qualità a lungo termine, con prezzi che di recente hanno raggiunto livelli record. Con l’ultima battuta d’arresto, gli investitori hanno ora un’opportunità di acquisto. I titoli preferiti del settore sono Lvmh e Swatch; il “meno preferito” è Tod’s.

“Abbiamo una visione positiva del settore in quanto prevediamo che il ritorno ai margini pre-Covid si verificherà quest’anno per la maggior parte delle aziende, mentre per Kering, Moncler, Ferragamo e Tod’s, il recupero dovrebbe avvenire un anno dopo”, spiega fra l’altro il report, secondo cui gli altri driver saranno Cina (“siamo meno pessimisti del mercato”) e tematiche Esg.

Per Moncler, “sebbene vediamo una chiara traiettoria di crescita delle vendite e un rischio di esecuzione limitato, vediamo un migliore potenziale di rialzo altrove in questa fase, e aspettiamo di vedere come evolverà l’acquisizione di Stone Island”. Infatti “pensiamo che il mercato si concentrerà principalmente sulla capacità di Moncler di integrare il marchio” per valutare se il gruppo potrà diventare un “credibile consolidatore”. In questa fase, “è troppo presto per dirlo”.

Per quanto riguarda Ferragamo viene fatto notare che con il prossimo arrivo del nuovo ceo Marco Gobbetti “le prospettive di breve termine sono diventate meno importanti, poiché tutti gli occhi sono puntati sul nuovo potenziale piano strategico”.

Su Tod’s “siamo negativi poiché prevediamo che il gruppo continuerà a sottoperformare i concorrenti in quanto: lo slancio del marchio è basso, l’esposizione geografica è diventata meno attraente con il Covid e riteniamo improbabile che il recupero dei margini avvenga prima del 2024 circa”.

Quanto alle altre raccomandazioni, oltre a Moncler, Ferragamo e Tod’s, gli analisti della banca britannica hanno avviato la copertura su diversi altri titoli fra cui Lvmh con rating overweight e target price di 726 euro; stessa raccomandazione per l’altro colosso Kering, con prezzo obiettivo fissato a 800 euro. Il giudizio su Hermes è invece equal weight con target a 1160 euro.

Barclays inoltre raccomanda il sovrappeso su Richemont con un target price di 123 CHF; e sulle azioni Swatch con prezzo obiettivo di 363 franchi svizzeri. Infine Prada è overweight, Burberry e Mulberry equal weight.

Sulla Borsa italiana alle ore 11,46 le azioni Moncler segnano +1,18 a 53,30 euro, con il Ftse Mib a +0,6%; Salvatore Ferragamo +0,08% a 17,715 euro e Tod’s +0,22% a 45,14 euro.

intesa cattolica 08-12-2021 — 10:20

Intesa Sanpaolo, ok al contratto integrativo

Accordo con i sindacati sull’armonizzazione per i dipendenti ex Ubi

continua la lettura