Lun 20 Maggio 2019 — 03:36

Prysmian crolla in Borsa, conti deludono il mercato e gli analisti



I ricavi e l’Ebitda sono inferiori alle attese e gli analisti iniziano a tagliare le valutazioni

Prysmian news

Titolo Prysmian in grande sofferenza a Piazza Affari il giorno dopo la pubblicazione di conti deludenti.

In particolare il produttore di cavi ha chiuso il 2018 con ricavi full combined, ossia includendo General Cable per l’intero anno, a 11,577 miliardi (+3,3% organico) contro 11,61 miliardi previsti dal consensus raccolto dalla stessa Prysmian. L’Ebitda rettificato full combined è sceso ai 940 milioni del 2017 a 837 milioni di euro, al di sotto degli 875 milioni attesi dagli analisti. L’utile operativo, includendo General Cable per i 7 mesi da giugno a dicembre 2018, è stato pari a 310 milioni (424 milioni nel 2017) e l’utile netto a 130 milioni (241 milioni). L’impatto dovuto agli accantonamenti sul progetto Western Link ammonta a 95 milioni, di cui 25 milioni già stanziati a seguito delle problematiche comunicate a febbraio 2019.

L’indebitamento finanziario netto, pari a 2,22 miliardi al 31 dicembre 2018, è migliore dei 2,25 miliardi attesi.

Il gruppo, che ha proposto un dividendo di 0,43 euro per azione, prevede di realizzare nell’esercizio 2019 un Ebitda Rettificato tra 950 milioni e 1,02 miliardi e di generare flussi di cassa per circa 300 milioni.

Finora sono negativi i primi commenti degli analisti. Equita Sim, nel tagliare il target price da 22,5 a 21 euro pur confermando la raccomandazione hold, sottolinea la debolezza delle attività operative e l’assenza di sorprese sul fronte delle guidance per il 2019 e quindi rivede al ribasso le stime sugli utili per il 2019 e il 2020.

Kepler Cheuvreux ha invece tagliato sia la raccomandazione, da buy a hold, che il target price, da 24 a 17 euro, a causa di conti trimestrali di molto inferiori alle attese, soprattutto sul fronte dell’Ebitda, di indicazioni più deboli delle attese sul 2019 e di un conseguente taglio delle stime sugli utili.

Il titolo Prysmian, dopo un avvio di seduta difficile, è entrato agli scambi poco dopo le 9,05 con un calo di oltre il 7,4% ma nei minuti successivi ha in parte recuperato le perdite. Alle 10 segna un ribasso del 5,1% a 17,035 euro.

telecom tim news 17-05-2019 — 10:15

Tim, gelo di Starace (Enel) su dossier Open Fiber. Primo trimestre atteso in calo

Il numero uno di Enel ha detto che non c’è stata “nessuna sollecitazione formale da parte di Tim per possibili combinazioni, accrocchi e vendite”

continua la lettura