Mar 22 Ottobre 2019 — 14:39

Popolare Sondrio, il fondo Amber vuole Spa e fusione



Per Amber le azioni della Bp Sondrio, pressoché dimezzate nell’ultimo anno (-48,45%), la rendono “la banca più sottovalutata” in Italia

popolare sondrio caricento

Il fondo attivista Amber, salito al 6% della Banca Popolare di Sondrio, punta alla trasformazione in spa della banca valtellinese, unica fra le quotate a resistere finora ai dettami della riforma, e chiede una futura aggregazione/fusione per l’istituto guidato dal consigliere delegato Mario Alberto Pedranzini e dal presidente Francesco Venosta. Tali messaggi sono stati veicolati tramite un’intervista rilasciata al Sole 24 Ore da Joseph Oughurlian, fondatore di Amber Capital.

Popolare Sondrio, cosa chiede il fondo Amber

Il gestore utilizza un linguaggio garbato e rispettoso ma fermo, indicando quella che secondo Amber è la strada da seguire per la Popolare di Sondrio, a partire dalla governance. “La Sondrio ha 160mila soci, la maggior parte dei quali clienti. C’è un legame molto forte con il territorio – spiega Oughurlian al Sole -. A differenza di altre popolari, la Sondrio non ha fatto operazioni avventate né ha distrutto valore. È stata gestita bene senza logiche clientelari. Questo ci piace molto. Detto questo, c’è però una legge che ha stabilito che le popolari devono trasformarsi in spa e anche la Sondrio dovrà realizzare questo passaggio”.

Per Amber le azioni della Bp Sondrio, pressoché dimezzate nell’ultimo anno (-48,45%), la rendono “la banca più sottovalutata” in Italia. “In realtà la banca è super patrimonializzata: il Cet 1 è al 15% ben sopra la media nazionale. Ma la banca non è abbastanza brava a raccontare quello che fa. Ci attendiamo progressi nel rapporto con gli investitori”.

popolare sondrio venosta pedranzini

Sondrio e il risiko delle banche

Il gestore rivela di avere “costruito un buon rapporto” con il management: “Nemmeno loro sono contenti di vedere il titolo così depresso”.

Quanto al tema del consolidamento, “era già iniziato con la riforma Renzi, ma poi si era bloccato perché la Bce ha imposto rafforzamenti di capitale importanti per gli Npl. Ora possono riprendere le aggregazioni”.

Per la Popolare di Sondrio è stata ipotizzata tante volte una possibile fusione con la banca “dirimpettaia”, il Credito Valtellinese, ma sono arrivate finora altrettante smentite.

Amber non esclude di trasferire le operazioni in Italia, nel caso di “hard” Brexit, mentre attualmente investe su alcune realtà industriali tricolori quali Ascopiave, Ivs, Fila, Sit e Ieg, oltre appunto alla Pop Sondrio.

In Borsa alle ore 12,46 le azioni Banca Pop Sondrio segnano +0,42% a 1,687 euro.

Borsa italiana trimestrali 22-10-2019 — 02:29

Trimestrali entrano nel vivo su Borsa italiana con Saipem, Moncler, Stm, Eni, Mediobanca

Gli operatori si stanno posizionando anche alla luce di questi eventi e delle previsioni degli analisti sui conti del terzo trimestre 2019

continua la lettura