Ven 23 Agosto 2019 — 16:25

Popolare di Bari: ipotesi fusione fra Lazio, Puglia e Basilicata, Torre del Greco



Domenica l’assemblea chiamata ad approvare i conti 2018 ma anche i nuovi innesti in cda e il potenziale rilancio della banca

banca popolare bari bpb news

Il tema della fusione sarà uno fra i tanti a fare capolino domenica 21 luglio all’assemblea della Banca Popolare di Bari, con inizio alle ore 9 presso la Fiera del Levante nel capoluogo pugliese. L’ipotesi delle ultime ore, secondo quanto riporta oggi il Sole 24 Ore, è un’aggregazione a 3 fra la Popolare del Lazio, la Popolare di Puglia e Basilicata e la Banca di Credito Popolare di Torre del Greco. Ma non si fa ancora il nome della popolare barese.

I soci intanto dovranno approvare innanzitutto un bilancio 2018 terminato con un rosso per oltre 400 milioni, ma anche la nuova governance chiamata a dare una svolta alla popolare pugliese sulla base di una lista del cda compilata nelle scorse settimane.

Bari, ipotesi fusione per la super popolare

A tenere banco però fra il parterre degli azionisti saranno anche le manovre relative a una possibile fusione. Una prospettiva potenzialmente favorita dal governo con la norma approvata nel Decreto Crescita che consente la trasformazione delle Dta (attività fiscali differite) in credito d’imposta: tale opportunità è riservata alle banche del sud che si uniscano in matrimonio entro la fine del 2020.

Servirà quindi un’accelerazione su questo fronte. Il cda guidato dall’ad Vincenzo De Bustis (destinato alla riconferma) ha già discusso il dossier fusione e si attendono novità al più presto. Le discussioni infatti proseguiranno nelle prossime settimane.

L’ultima ipotesi di super popolare del sud, come detto, riguarda una possibile aggregazione fra la Popolare del Lazio, la Popolare di Puglia e Basilicata e la Banca di Credito Popolare di Torre del Greco.

Tuttavia qualunque progetto di fusione per la Bpb deve fare i conti con le grandi dimensioni della banca, e con i timori relativi ai conti e al valore delle azioni che potrebbero scoraggiare i potenziali partner. Al punto che gli advisor, secondo il Sole 24 Ore, già
ipotizzano piani B.

Popolare Bari, le difficoltà dei soci a liquidare le azioni

Fra i temi sotto i riflettori in assemblea ci sarà inoltre nuovamente la situazione complicata dei soci che da anni non riescono a vendere le azioni per problemi di liquidità legati ai titoli della popolare pugliese.

Una vicenda tuttora spinosa, come dimostrano le querele annunciate da De Bustis e dalla banca nei confronti di Repubblica, che ha pubblicato una ricostruzione in cui si tira in ballo il ruolo dello stesso manager e del presidente Jacobini in presunte mancate comunicazioni alla banca d’Italia e nel collocamento delle azioni sul mercato.

Intanto per venire incontro ai piccoli soci la Bpb e il Comitato per la Tutela degli Azionisti della Banca Popolare di Bari hanno sottoscritto “Protocollo di Intesa per la Realizzazione di una Procedura di Conciliazione” divenuto in questi giorni operativo a tutti gli effetti. L’iniziativa, che si inserisce nel quadro delle misure rivolte agli azionisti, prevede lo stanziamento di un apposito plafond pari a 3,5 milioni di euro.

Ma la cifra messa sul piatto non basta certo a ristorare la vasta platea di azionisti, che tuttavia domenica avranno modo di far sentire la loro voce.

borsa italiana oggi ftse mib trading 23-08-2019 — 08:14

Borsa italiana oggi: Tenaris, Illimity, Recordati

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi sopra la parità

continua la lettura