Finanzareport.it | Piano Enel 2024-2026 conferma politica dividendi - Finanza Report

Mer 21 Febbraio 2024 — 07:12

Piano Enel 2024-2026 conferma politica dividendi



Le nuove strategie non sorprendono e nemmeno entusiasmano il mercato, con il titolo che si muove in moderato calo

enel azioni

Il nuovo Piano Enel 2024-2026 non sorprende e nemmeno entusiasma il mercato, con il titolo che si muove in moderato calo (circa -1%) nei primi scambi della mattinata. Le nuove strategie, le prime firmate dall’amministratore delegato Flavio Cattaneo, confermano la politica sui dividendi del colosso elettrico.

Piano Enel 2026

Oltre al piano, anticipato nei giorni scorsi dalle previsioni degli analisti e presentato oggi nel Capital Markets Day, il gruppo ha annunciato la cessione di asset in Perù a Niagara Energy, società controllata dal fondo di investimento globale Actis, per un corrispettivo totale di circa 1,4 miliardi di dollari (circa 1,3 miliardi di euro).

Il nuovo piano Enel prevede investimenti totali di circa 35,8 miliardi di euro attraverso maggiori investimenti nelle reti dove è presente un quadro regolatorio equilibrato e stabile, facendo anche leva sull’accesso a finanziamenti europei e a un approccio a minore intensità di capitale e di rischio nelle rinnovabili, grazie anche a un nuovo modello di business fondato su partnership. Enel prevede di concentrare gli investimenti in aree caratterizzate da rendimenti visibili, un quadro regolatorio remunerativo nonché contesti macroeconomici e politici stabili, con il 49% degli investimenti lordi in Italia, il 25% in Iberia, il 19% in America Latina e il 7% in Nord America.

Flavio Cattaneo

La strategia “che annunciamo oggi punta a trasformare il Gruppo Enel in un’organizzazione più snella, flessibile e resiliente, pronta per affrontare le sfide e cogliere le opportunità che possono presentarsi in futuro”, ha commentato Cattaneo. “Nei prossimi tre anni adotteremo un approccio più selettivo negli investimenti, per massimizzare la redditività e minimizzare i rischi. Ci concentreremo sui nostri Paesi core implementando strategie integrate, puntando sulle reti, le energie rinnovabili e la creazione di valore nel segmento clienti con offerte commerciali bundled”.

nomine mef enel flavio cattaneo

Flavio Cattaneo

“La disciplina finanziaria sarà il fondamento della nostra strategia, per potenziare la generazione di cassa e l’efficienza, mentre la sostenibilità continuerà a guidare le nostre decisioni di business”, ha proseguito il manager. “Grazie alla realizzazione di queste azioni e al raggiungimento dei nostri obiettivi, saremo in grado di rafforzare ulteriormente la posizione finanziaria del Gruppo e di incrementare la creazione di valore, garantendo cosi’ solidi rendimenti ai nostri azionisti”.

Piano Enel, politica dividendi

Nel 2026, si prevede che l’Ebitda ordinario di Gruppo aumenti fino a 23,6-24,3 miliardi e che l’utile netto ordinario aumenti fino a un valore compreso tra 7,1 e 7,3 miliardi.

La strategia prevede una politica dei dividendi “semplice e attrattiva”, si legge nel piano Enel, con un dividendo per azione fisso minimo pari a 0,43 euro per il periodo 2024-2026, “con un aumento potenziale fino a un payout del 70% sull’Utile netto ordinario in caso di raggiungimento della neutralità dei flussi di cassa”. Il precedente piano Enel 2023-2025 considerava una cedola di 0,43 euro come il “minimo sostenibile”.

bond trading 20-02-2024 — 02:40

Raccomandazioni dei broker del 20 febbraio 2024

Ecco le principali indicazioni odierne delle banche d’affari

continua la lettura
Telegram Finanza Report