Dom 07 Marzo 2021 — 15:50

Nexi, nuovi target price da Kepler e Société Générale



Entrambi i broker confermano la raccomandazione buy dopo la fusione con la danese Nets. Ora il gruppo avrebbe nel mirino il ramo dei pagamenti di Ubi

nexi target price

Nexi consolida in Borsa nonostante diversi broker nelle ultime ore abbiano alzato il target price sul titolo di Piazza Affari in scia alla fusione con la danese Nets che presenta sinergie per 170 milioni e porterà alla nascita di un colosso europeo dei pagamenti.

Target price Nexi aggiornati dopo fusione con Nets

Gli analisti di Kepler Cheuvreux sembrano essere i più ottimisti sull’andamento del titolo e oggi hanno alzato il prezzo obiettivo sulle azioni Nexi da da 20,50 a 23 euro.

Da parte sua SocGen passa da 18,60 a 19,10 euro sul titolo del gruppo dei pagamenti. Entrambi i broker confermano le raccomandazioni buy, esaltando i benefici della nuova combinazione industriale.

Ieri erano stati gli analisti di Banca Akros ad alzare il target price su Nexi da 16,4 euro a 17,6 euro, confermando il rating accumulate, seppure evidenziando i tempi lunghi per la realizzazione delle sinergie.

Nexi, nel mirino attività di Ubi

Diversi analisti ritengono poi che la spinta in termini di fusioni e acquisizioni non si sia del tutto esaurita per Nexi, che anzi ha spazio per crescere dopo l’operazione con Sia e quella con la danese Nets che daranno vita a un campione dei pagamenti guidato dalla Cdp.

Sul fonte nazionale in particolare Nexi avrebbe messo nel mirino il ramo di merchant acquiring di Ubi, passato con l’opas a Intesa Sanpaolo (essa stessa azionista di Nexi). Lo scrive oggi il Sole 24 Ore.

Intanto il titolo prende fiato in Borsa, visto che agli attuali livelli segna pur sempre un +20% da inizio anno.

Alle ore 15,27 Nexi -0,37% a 14,755 euro.

trimestrali borsa 06-03-2021 — 06:34

Trimestrali Borsa: in calendario Azimut, Generali, Pirelli

Ultimi appuntamenti con i cda, ma c’è ancora spazio per potenziali sorprese in termini di risultati (quarto trimestre e bilancio 2020) ed eventuali dividendi

continua la lettura