Mer 27 Ottobre 2021 — 18:48

Mps, sale l’attesa per esiti stress test. Tesoro, Unicredit, Banco Bpm e Bper restano alla finestra



Ennesime indiscrezioni sull’ipotesi spezzatino, ma i potenziali compratori restano scettici. L’evento determinante sarà quindi l’esame Bce

mps bce

Mps attende con trepidazione i risultati dello stress test Bce. La data segnata in rosso è venerdì 30 luglio. L’evento rappresenta uno spartiacque in particolare per i tentativi del Tesoro di riprivatizzare la banca (di cui detiene il 64%) tramite uno o più partner.

Mps, data risultati stress test è il 30 luglio

Nel frattempo si susseguono indiscrezioni sull’ipotesi spezzatino di Mps, ma i potenziali compratori restano scettici. L’evento determinante sarà quindi l’esame Bce.

Da qui al 30 luglio (data comunicata ufficialmente dall’Eba) difficilmente saranno prese decisioni.

Ma piuttosto, come scrive oggi MF-Milano Finanza, il “delicato processo di uscita” del Mef dal capitale della banca senese, “rischia nuovamente di arenarsi dopo lo sprint impresso all’inizio del mese dall’azionista pubblico”.

Questa secondo la ricostruzione di stampa è la previsione che negli ultimi giorni circola dalle parti del Tesoro, dove il dossier è seguito dal direttore generale Alessandro Rivera e dagli advisor BofA, Merrill Lynch e Orrick.

Mps, anche il Mef attende gli stress test

Il ritorno della cautela al ministero di via XX Settembre si spiegherebbe con le perplessità manifestate nel corso della scorsa settimana da alcune delle controparti coinvolte nel progetto.

Lo stesso ceo di Unicredit Andrea Orcel avrebbe frenato una volta di più sul dossier Mps.

Le perplessità però, stando ai rumors, fanno capolino anche nelle banche medie avvicinate negli ultimi mesi, da Banco Bpm a Bper.

L’idea del Mef resta quella di passare in blocco la quota del Monte dei Paschi di Siena a un soggetto privato che, in un secondo momento, cederebbe sul mercato diversi perimetri dell’attivo sia per ottemperare alle richieste dell’Antitrust sia per rendere meno impegnativa l’operazione.

In Borsa alle ore 10,38 le azioni Mps segnano +1,59% a 1.18 euro in una giornata di generale recupero per il comparto bancario.

mediobanca trimestrale 27-10-2021 — 02:22

Mediobanca: trimestrale batte attese, no comment di Nagel su battaglia Generali

Commissioni record. Anche l’outlook è positivo, confermata la politica dei dividendi

continua la lettura