Sab 04 Aprile 2020 — 23:07

Mps: Minali al “ballottaggio” con Selvetti per la guida della banca



L’ex ad di Cattolica sarebbe appoggiato dal ministro del Tesoro Gualtieri e dal dg Rivera

mps minali

Si infittiscono le indiscrezioni in vista della scadenza del 12 marzo per la presentazione delle liste per il cda di Banca Mps. Se da una parte viene confermata la candidatura forte di Mauro Selvetti, dall’altra il manager ex Creval sarebbe in cima alle preferenze del Tesoro assieme ad Alberto Minali, l’ex numero uno di Cattolica Assicurazioni silurato a fine ottobre in clima di crescenti tensioni nel gruppo veronese, e ora disponibile a passare alla banca senese controllata dal mef con oltre il 68%.

Mps, Minali in corsa con Selvetti come nuova ad

Il nome di Alberto Minali si va quindi ad affiancare a quello di Selvetti, già indicato dagli head hunters arruolati da Mps, almeno secondo i rumors.

Si parla infatti di corsa a due per l’incarico di nuovo ad di Banca Mps. Alberto Minali, ex ad di Cattolica ed ex dg delle Assicurazioni Generali, sarebbe il candidato su cui puntano il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, e il direttore generale del Mef, Alessandro Rivera.

Selvetti avrebbe invece tra i suoi sponsor il sottosegretario alla Presidenza del consiglio, Riccardo Fraccaro (Movimento 5 Stelle).

Perché Alberto Minali

Minali avrebbe dalla sua una comprovata esperienza nella relazione con gli investitori, avendo attirato in Cattolica fondi e investitori del calibro di Warren Buffett.

Qualità che il Tesoro intenderebbe sfruttare per guidare Mps in una fase di transizione che dovrebbe concludersi entro il 2021 con l’uscita dello Stato italiano dal capitale della banca, anche se le trattative con Bruxelles sulla cessione di Npl vanno per le lunghe.

Minali la scorsa settimana sarebbe stato ricevuto al Tesoro dal dg Alessandro Rivera.

L’attuale ad del Monte dei Paschi di Siena, Marco Morelli, ha deciso di non ripresentarsi.

Mps, toto-nomi per la presidenza

Quanto alla presidenza, secondo quanto scriveva ieri il quotidiano Il Messaggero, accanto all’ipotesi di confermare Stefania Bariatti sarebbe stato sondato Massimiliano Cesare, attuale presidente di F2i con un precedente incarico al vertice di Mcc.

E’ inoltre circolato il nome di Francesca Bettio, professoressa ordinaria di Politica economica all’università di Siena.

Sul rinnovo dei vertici di Mps pende anche l’incognita coronavirus. L’assemblea è in calendario il prossimo 6 aprile.

In Borsa il titolo crolla assieme al resto del listino dopo le nuove misure del governo per contenere il coronavirus: alle ore 10,05 le azioni Banca Mps cedono un -16,78% a 1,19 euro.

Borsa milano 03-04-2020 — 11:31

Borsa Milano giù, crollo per Intesa Sanpaolo e Ferrari

Riprendono gli acquisti sul petrolio con una riunione in programma lunedì tra Opec e Russia, che potrebbero trovare un accordo su un taglio della produzione dopo la guerra dei prezzi delle ultime settimane. Sul fronte macro, negli Usa sono andati persi a marzo ben 701.000 posti di lavoro

continua la lettura