Mer 21 Agosto 2019 — 18:51

Mps: assemblea 11 aprile, banca studia il disimpegno del Tesoro



Per la presidente Bariatti sull’uscita del Tesoro “non abbiamo indicazioni, ma stiamo ragionando sulle possibili opzioni. La soluzione non è delle più semplici”

mps news

Il cda di Banca Mps ha convocato l’assemblea sul bilancio 2018 per il prossimo 11 aprile a Siena. Intanto, secondo quanto ha reso noto la presidente Stefania Bariatti, la banca ha già iniziato a studiare le “opzioni” per l’uscita del Tesoro che in base ai patti con la Ue dovrà avvenire entro il 2021. Ma che andrà appunto organizzata e illustrata alla Dg Comp europea entro quest’anno. Le ultime news non sostengono le azioni in Borsa, anche oggi deboli assieme al resto del comparto bancario.

“La scadenza non è così a breve – ha spiegato la presidente del Monte dei Paschi, citata dall’Ansa – lo Stato deve uscire dal capitale fra tre anni e comunicare il piano tra qualche mese, per poterlo discutere con la Commissione europea”.

Per il momento “non abbiamo indicazioni, ma stiamo ragionando sulle possibili opzioni. La soluzione non è delle più semplici”, ha aggiunto Stefania Bariatti, forse l’unico esponente di Mps che concede dichiarazioni alla stampa da qualche tempo a questa parte, come quando recentemente a proposito del caso dei diamanti ha fatto sapere che i rimborsi sono partiti e che saranno al 100%.

Quanto alla posizione del Tesoro, lo Stato ha investito nel 2017 5,4 miliardi per salvare Mps, salendo oltre il 68% del capitale, ma concordando con la Ue un piano di ristrutturazione che prevede la dismissione della quota pubblica entro il 2021.

Mps, perdita del Tesoro è salita ancora

I timori sulla congiuntura economica e i livelli elevati dello spread non sono d’aiuto, come dimostra la quotazione del titolo in Borsa. Ora la partecipazione del Tesoro in Mps vale poco più di un miliardo di euro, con una perdita teorica per lo Stato di circa 4,4 miliardi. La banca comunque ha visto i conti tornare in utile nel bilancio 2018.

Una delle opzioni in campo è certamente quella di una fusione e tornano così le voci di una possibile aggregazione che consentirebbe al Tesoro di limitare i danni. I nomi che girano sono sempre gli stessi: Carige, a sua volta impegnata in queste ore nella ricerca di un cavaliere bianco tra un gruppo di fondi potenzialmente interessati, Ubi che ha più volte smentito anche categoricamente, Banco Bpm o Bper.

Assemblea Mps, i punti all’ordine del giorno

Tornando all’assemblea dell’11 aprile, fra i punti all’ordine del giorno oltre all’approvazione del bilancio anche la nomina di un amministratore e di un sindaco supplente, in sostituzione di esponenti cessati dall’incarico nel 2018, e il conferimento dell’incarico alla società di revisione legale per gli esercizi 2020-2028.

In Borsa intanto le azioni Banca Mps alle ore 12 segnano -0,91% a 1,313 euro, con l’indice di settore a -0,8%.

Borsa italiana oggi Milano news 21-08-2019 — 01:29

Borsa italiana: la crisi di governo non ferma il rimbalzo. In luce Pirelli, Fca

Bene anche le banche mentre migliora lo spread. Positivi i petroliferi

continua la lettura