Lun 18 Febbraio 2019 — 02:03

Michelin spinge al rally le azioni Pirelli



Michelin vola sulla Borsa di Parigi sostenendo l’andamento dei titoli europei legati al settore degli pneumatici, tra cui Pirelli a Piazza Affari

Pirelli

Michelin vola sulla Borsa di Parigi sostenendo l’andamento dei titoli europei legati al settore degli pneumatici, tra cui Pirelli a Piazza Affari.

La multinazionale francese del Bibendum non solo ha chiuso il 2018 con ricavi e utili operativi in crescita nonostante l’effetto negativo del peggioramento del quadro economico e di un contesto valutario sfavorevole ma anche aumentato il dividendo e fornito indicazioni positive sull’intero 2019.

Nello specifico, i ricavi sono migliorati dello 0,3% a 22,03 miliardi in scia ad aumento dei voli dello 0,9% per effetto di un primo trimestre in calo e di una crescita del 2% nei successivi nove mesi nonostante la flessione della domanda cinese e delle Case automobilistiche. Tuttavia, a tassi di cambio costanti, i ricavi di Michelin sono aumentati del 4,1% a dimostrazione del pesante impatto valutario, quantificato in circa 271 milioni.

Eppure, l’utile operativo è salito da 2,74 miliardi a 2,77 miliardi mentre l’utile netto si è rivelato sostanzialmente stabile scendendo solo da 1,69 miliardi a 1,66 miliardi. Il gruppo ha inoltre generato un flusso di cassa libero prima delle acquisizioni di 1,27 miliardi di euro, rispetto agli 1,5 miliardi di euro del 2017.

Michelin, che ha così deluso le attese del consenso sul fronte dei profitti (1,72 miliardi le attese del consenso) ma non sui ricavi (21,75 miliardi), ha inoltre proposto la distribuzione di un dividendo di 3,70 euro, in aumento rispetto ai 3,55 euro dell’anno scorso e per il 2019 ha fissato un target di utile operativo al di sopra dei 2,77 mld euro.

Del resto, in un contesto di mercato ancora “volatile e incerto”, Michelin punta alla crescita dei volumi in linea con gli sviluppi del mercato globale e ad un ulteriore aumento del reddito operativo, a tassi di cambio costanti ed escludendo l’effetto di acquisizioni che non vengono escluse dopo le operazioni su Fenner, Camso e Multistrada.

Il mercato ha accolto in modo molto positivo i risultati e le prospettive fornite dalla multinazionale. Diversi analisti hanno infatti espresso commenti quasi entusiastici. Jefferies parla di una frote crescita organica e prevede miglioramenti per il consensus e il sentiment di mercato, mentre Citi ha confermato il titolo nella lista dei suoi preferiti tra tutti i fornitori di componentistica auto e Barclays ha confermato la raccomandazione overweight alzando il target price da 120 a 125 euro.

Le azioni del Bibendum ne hanno tratto forte beneficio a Parigi con un rialzo superiore al 10,5% ma anche la tedesca Continental è ben impostata a Francoforte con un guadagno di oltre il 3,5%. A Piazza Affari Pirelli è il miglior titolo del Ftse Mib: alle 10,16 segna un +4,16% a 5,956, di poco lontano dal massimo intraday di 6,054 euro.

Fca news 15-02-2019 — 11:19

Fca bocciata da Banca Imi, il 2019 è molto impegnativo

La banca d’affari taglia raccomandazione e target price a causa delle guidance sotto le attese annunciate dai vertici aziendali in occasione della pubblicazione dei conti

continua la lettura