Mer 04 Agosto 2021 — 11:51

Mediobanca: esce Fininvest, si rafforza Del Vecchio



La Delfin al 15,4% di Piazzetta Cuccia. I Berlusconi resteranno nel capitale indirettamente con il 3,3% posseduto da Mediolanum

del vecchio mediobanca

Mediobanca in rialzo oggi a Piazza Affari dopo l’operazione annunciata ieri sera a mercati chiusi con cui Fininvest ha ceduto il suo 2% di Piazzetta Cuccia. Una quota destinata a rafforzare ulteriormente Leonardo Del Vecchio in Mediobanca, come confermato questa sera negli aggiornamenti delle partecipazioni rilevanti della Consob.

La vendita di 17.713.785 azioni per un controvalore di circa 174 milioni ha visto Unicredit nel ruolo di broker, mentre il compratore è stato appunto Del Vecchio, tramite la Delfin, che si porta secondo la Consob al 15,4% di Mediobanca. Del Vecchio è autorizzato dalla Bce a rafforzarsi fino al 20%.

Il prezzo unitario della vendita ai blocchi è di 9,814 euro per azione.

L’operazione, che segna l’uscita di Fininvest dal capitale di Piazzetta Cuccia, rientra per la finanziaria dei Berlusconi in una logica di “razionalizzazione e di ribilanciamento del proprio portafoglio di investimenti”. Fininvest dovrà acquistare il 5% di Mediaset da Vivendi per 167 milioni. La holding del Biscione inoltre pareggia il prezzo di carico della partecipazione in Piazzetta Cuccia.

I Berlusconi resteranno nel capitale indirettamente con il 3,3% posseduto da Banca Mediolanum, dove la famiglia dell’ex premier è al 30%.

Intanto il mercato è tornato a interrogarsi sui motivi della scalata di Del Vecchio a Mediobanca. L’ipotesi principale resta legata alla partecipazione di Piazzetta Cuccia nelle Assicurazioni Generali (12,9%), dove il board è in scadenza.

mediobanca caltagirone

Francesco Gaetano Caltagirone

La governance di Generali è stata già messa nel mirino da Francesco Gaetano Caltagirone, socio forte del Leone di Trieste e anche titolare dell’1% di Mediobanca (dove punterebbe a salire fino al 5%).

Del Vecchio però nelle scorse settimane ha negato pubblicamente di agire in accordo con Caltagirone.

Il patron di Luxottica, ricorda oggi Equita Sim, “detiene una quota diretta del 4,8% in Generali e con gli altri soci storici italiani (Caltagirone 5,55%, Edizione 4%, De Agostini 1,7%) supera il 13% detenuto da Mediobanca”.

Per Equita, che conferma su Mediobanca la raccomandazione buy e un target price di 11 euro, “indipendentemente dagli obiettivi e dalla strategia di Delfin, l`appeal speculativo su Mediobanca resta alto. Sul titolo restiamo costruttivi: il titolo è supportato da fondamentali molto solidi (CET1 oltre il 16%), asset quality elevata (NPE ratio al 3,4%), una valutazione attraente, momentum positivo su tutti i business e potrebbe indirettamente beneficiare di un eventuale rerating di Generali”.

In Borsa le azioni Mediobanca hanno chiuso oggi con un +0,9% a 9,87 euro, con il Ftse Mib sulla parità.

borsa italiana oggi 04-08-2021 — 08:13

Borsa italiana oggi: Poste, Nexi, Intesa Sanpaolo, Bper

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi positiva

continua la lettura