Mer 02 Dicembre 2020 — 17:08

Leonardo, da quotazione Drs incasserebbe 1 miliardo



Il gruppo apre un timido spiraglio e il titolo prosegue il suo maxi rimbalzo a Piazza Affari

leonardo drs finmeccanica

Torna in auge l’ipotesi di una quotazione di Leonardo Drs. Non è la prima volta che circolano rumors sulla potenziale Ipo della controllata americana dell’ex Finmeccancia, ma ieri sera il gruppo ha diffuso una nota che sembra aprire un timido spiraglio. Pur smentendo che l’operazione sia imminente.

Leonardo Drs, rispunta ipotesi quotazione

Sta di fatto che le voci di mercato stanno alimentando il maxi rimbalzo del titolo a Piazza Affari, tanto più che i proventi di un’Ipo della controllata americana, stimati da Equita in 1 miliardo, placherebbero i dubbi degli analisti sulla brusca frenata dei flussi di cassa di Leonardo.

Il rimbalzo coincide inoltre con la vittoria di Joe Biden alle presidenziali Usa e con il successo del vaccino anti-Covid della Pfizer che ha innescato una rotazione verso i titoli finora più colpiti dall’emergenza coronavirus.

Già tra il 2015 ed il 2017, l’allora ad Mauro Moretti aveva invece messo in cantiere una riorganizzazione delle attività di Leonardo negli Stati Uniti valutando anche “operazioni a livello finanziario o industriale” per ridurre la quota di controllo in Drs mantenendo almeno il 51%. “Ci interessa mantenere il controllo, anche se non necessariamente il 100%”, disse Moretti, riferendosi nella fattispecie all’eventuale ingresso di un partner.

Presentando il piano industriale di Leonardo nel 2018 l’attuale Alessandro Profumo aveva escluso una Ipo di Drs, controllata al 100%: “Una potenziale valorizzazione può aspettare”, aveva detto.

Leonardo, da Ipo Drs proventi per 1 miliardo

Le ultimissime indiscrezioni parlano di una Ipo di Leonardo Drs sul Nyse nel primo semestre del 2021 con il collocamento sul mercato del 40% del capitale e una valutazione del 100% pari a 3 miliardi di dollari. Leonardo potrebbe scegliere come advisor Mediobanca, secondo quanto ha ipotizzato oggi il Sole 24 Ore. Altre indiscrezioni puntano su Goldman Sachs.

La società “come di consueto valuta costantemente diverse opzioni in un’ottica di creazione di valore per i propri azionisti, tra cui la possibilità di procedere alla quotazione di Leonardo Drs. Nessuna decisione formale in merito è stata tuttavia presa”, la nota diffusa ieri a mercato chiuso dall’ex Finmeccanica.

Per gli analisti di Equita lo scenario prospettato dai rumors è possibile. “Se confermato il deal a questa valutazione sarebbe molto positivo, in quanto Drs da sola rappresenterebbe l’87% della market cap di Leonardo”, che collocando il 40% “raccoglierebbe un miliardo, rafforzando la struttura finanziaria e facendo passare in secondo piano i dubbi sul free cash flow”.

In Borsa il titolo continua la sua corsa: alle ore 10,43 le azioni Leonardo segnano +8,68% a 5,484 euro dopo il +16,3% della vigilia; il ftse Mib avanza dello 0,45%.

azioni Eni 02-12-2020 — 11:39

Azioni Eni, analisti Jp Morgan alzano target price ma restano cauti

Per il broker la ripresa della domanda sarà probabilmente irregolare, ma un “super ciclo” per il settore è all’orizzonte

continua la lettura