Mar 21 Maggio 2019 — 07:46

Leonardo: conti sopra attese, alza la guidance 2018



Confermata la ripresa degli elicotteri. Migliorano le attese su ordini, flusso di cassa e debito

Leonardo taglia il traguardo dei primi 6 mesi dell’anno con risultati che battono le attese degli analisti e rivede al rialzo la guidance su ordini e flusso di cassa operativo (Free Operating Cash Flow – Focf), oltre che sul debito.

Guardando ai conti del secondo trimestre, i principali numeri vedono i nuovi ordini a 2.440 milioni di euro (+1,1%); ricavi pari a 3.138 milioni di euro, rispetto ai 3.135 milioni di euro nel secondo trimestre del 2017; Ebita a 317 milioni di euro, in riduzione del 9%; Free Operating Cash Flow (Focf) positivo per 248 milioni di euro (+338%) rispetto al valore negativo di 104 milioni di euro nel secondo semestre 2017. Il risultato netto si attesta a 56 milioni.

Il consensus degli analisti sul secondo trimestre stimava per l’ex Finmeccanica una perdita netta di 6 milioni da +164 milioni del pari periodo 2017, ricavi in calo di circa il 9% a 2.861 milioni, Ebita a 273 milioni. Fra gli altri dati, il free cash flow era atteso negativo per 91 milioni, i nuovi ordini a 2,3 miliardi.

I dati del semestre evidenziano nuovi ordini pari a 4,6 miliardi; ricavi pari a 5,6 miliardi; Ebita di 470 milioni e redditività (Ros) all’8,4%; indebitamento netto pari a 3,5 miliardi; FOCF negativo per 809 milioni.

Confermata la ripresa del settore Elicotteri che a fine luglio 2018 – informa la nota sui conti – mostra una crescita rispetto a fine luglio 2017; ad oggi consegnate circa 90 unità rispetto alle 85 consegnate nel 2017.

Venendo appunto all’outlook sul 2018, il cda ha deciso di rivedere al rialzo la guidance del gruppo per l’anno in corso per riflettere l’acquisizione a portafoglio dell’ordine relativo alla fornitura al Ministero della Difesa del Qatar degli elicotteri multiruolo NH90, il cui valore era solo in parte incluso nella guidance del gruppo, e la limitata visibilità sui tempi di finalizzazione di altre campagne commerciali export.

La Guidance viene quindi modificata come segue: ordini attesi a 14-14,5 mld da 12,5-13 mld; ricavi confermati a 11,5-12 mld; ebita confermato a 1,075 1,125 mld; il Focf passa a 300-350 milioni da 100 mln; indebitamento rivisto a circa 2,4 da 2,6 mld.  Per l’ad Alessandro Profumo, “i risultati del primo semestre 2018 sono in linea con le attese. Siamo focalizzati sull’esecuzione del Piano Industriale: la ripresa degli Elicotteri sta proseguendo con successo, DRS sta beneficiando della crescita del mercato statunitense ed abbiamo effettuato ulteriori passi in avanti in termini di controllo dei costi. Tutto ciò garantirà al Gruppo una crescita sostenibile nel lungo periodo”.

telecom tim news 17-05-2019 — 10:15

Tim, gelo di Starace (Enel) su dossier Open Fiber. Primo trimestre atteso in calo

Il numero uno di Enel ha detto che non c’è stata “nessuna sollecitazione formale da parte di Tim per possibili combinazioni, accrocchi e vendite”

continua la lettura