Dom 24 Marzo 2019 — 02:45

Leonardo balza dopo conti 2018 sopra attese e guidance 2019



Previsioni positive, confermata la ripartenza della divisione elicotteri

Leonardo finmeccanica news

Azioni Leonardo finalmente in decisa ripresa a Piazza Affari, dopo che la conglomerata della Difesa guidata da Alessandro Profumo ha riportato nel 2018 conti migliori delle attese, con ricavi e ordini sopra la guidance, e continua a prevedere un miglioramento nel corso del 2019. Il titolo in Borsa beneficia probabilmente anche di una dichiarazione rilasciata in un’intervista dall’ad Profumo, che ha escluso un ruolo dell’ex Finmeccanica nel salvataggio di Alitalia, in quanto “non sarebbe strategico”. Inoltre gli analisti di Kepler Cheuvreux hanno alzato la raccomandazione a buy e il target price da 10,5 euro a 11,8 euro per azione.

Leonardo ha archiviato l’esercizio 2018 con risultati oltre la guidance 2018 rivista al rialzo nello scorso luglio sugli ordini (15,124 miliardi, +30,4%) e sui ricavi a 12,24 mld (+4,3%). Il risultato netto cresce dell’83% a 510 mln, il netto ordinario segna 421 mln (+50,9%) e l’Ebita 1,12 mld (+4%). La generazione di cassa a 336 milioni è nella parte alta della guidance. Indebitamento a 2.351 milioni di euro (2,4 mld la guidance) da 2,6 mld di fine 2017.
Il cda dell’ex Finmeccanica proporrà all’assemblea degli azionisti un dividendo invariato a 0,14 euro.

Per l’ex Finmeccanica bene ordini e guidance

Gli ordinativi segnano appunto un incremento di oltre il 30% principalmente grazie all’acquisizione del contratto NH90 Qatar per 3 miliardi. L’azienda italiana è infatti prime contractor per la gestione dell’intero programma di elicotteri.

Il portafoglio ordini, pari a 36.118 milioni di euro, mostra un incremento del 7,8% e assicura una copertura in termini di produzione equivalente pari a circa 3 anni.

Le guidance 2019 di Leonardo Finmeccanica prevedono nuovi ordinativi tra 12,5 e 13,5 miliardi, ricavi tra 12,5 e 13 miliardi e un ebita compreso tra 1,175 e 1,225 miliardi. Il free operating cash flow è atteso a 200 milioni; indebitamento netto a circa 2,8 miliardi.

Ripartono gli elicotteri

Guardando all’outlook per singoli settori, per gli elicotteri, “in continuità con il percorso intrapreso”, nel 2019 è atteso un ulteriore miglioramento dei risultati “in linea con l’obiettivo di ritornare ad una redditività a doppia cifra nel 2020”.

Nel comparto Elettronica, Difesa e Sistemi di Sicurezza, nel 2019 il gruppo Leonardo prevede un incremento dei volumi di ricavi in tutte le principali aree di business con una redditività in miglioramento pur in presenza di un mix di attività ancora caratterizzato da programmi in fase di sviluppo.

Per quanto riguarda l’Aeronautica, nel corso del 2018 sono stati acquisiti ordini per un ammontare pari a 2,6 miliardi, di cui il 66% relativi alla Divisione Velivoli. Nel 2019 sono attesi ricavi in crescita rispetto al 2018 per l’incremento dei volumi di produzione della Divisione Velivoli, associati in particolare al contratto EFA Kuwait. La redditività nel 2019 è prevista su buoni livelli, supportata dai solidi risultati della Divisione Velivoli; la performance della Divisione Aerostrutture, “pur rimanendo su livelli non soddisfacenti, comincerà a beneficiare delle azioni di efficientamento dei processi industriali volte ad un progressivo recupero di livelli di redditività”.

Per lo Spazio l’outlook 2019 di Leonardo indica una sostanziale conferma dei volumi di attività e della redditività operativa.

In Borsa alle ore 9,35 le azioni Leonardo scambiano in rialzo del 7,62% a 9,292 euro, con il Ftse Mib a +0,56%.

carige news 22-03-2019 — 09:52

Carige: countdown per le offerte. Closing su Creditis, rilancio per Cesare Ponti

Entro il 28 marzo si chiude per la cessione della società di credito al consumo mentre per la metà di aprile sono attese le offerte per l’aggregazione. Intanto primi passi concreti per il rilancio della società di gestione del risparmio con una nuova filiale a Genova

continua la lettura