Mar 04 Agosto 2020 — 21:23

Intesa-Ubi, conto alla rovescia per la fusione



Si chiude l’offerta. Ora assemblea straordinaria, ipotesi di nuovi vertici per garantire un “atterraggio morbido” dell’operazione

intesa ubi fusione

Oggi si chiude l’offerta di Intesa Sanpaolo su Ubi Banca, con adesioni che già ieri avevano raggiunto il 75,68% del capitale, rafforzando ulteriormente la vittoria dell’istituto guidato da Carlo Messina. Ed è partito il conto alla rovescia per l’assemblea straordinaria che dovrà approvare la fusione fra Intesa e Ubi nella primavera 2021.

Intesa-Ubi, countdown per la fusione

Il successo dell’offerta era stato ottenuto nei giorni scorsi con l’adesione di alcuni soci storici e fondi. Il regolamento dell’opas è previsto il prossimo 5 agosto.

Intesa Sanpaolo dovrà passare dall’assemblea straordinaria di Ubi per procedere all’incorporazione. Il primo passo sarà la convocazione dell’assemblea che servirà a nominare il nuovo Consiglio di Ubi. Nei prossimi giorni Intesa, secondo indiscrezioni di stampa, invierà una lettera al board di Ubi per chiedere la convocazione dell’assise, che potrebbe svolgersi tra metà settembre e metà ottobre.

A quel punto partirà il percorso che deve portare alla convocazione della nuova assemblea straordinaria che voterà sulla fusione, in concomitanza con l’approvazione del bilancio. A valle dell’incorporazione, scatterà il delisting.

Uno snodo cruciale di questo percorso sarà la cessione di ben 532 filiali Ubi a Bper, con la firma entro metà gennaio e il closing entro aprile.

Ubi verso nuovi vertici

Il periodo di transizione potrebbe essere però affidato a nuovi vertici. Nuove indiscrezioni di stampa riferiscono infatti di possibili dimissioni del ceo Victor Massiah il prossimo 3 agosto, quando saranno approvati i risultati finanziari al 30 giugno.

Diversi osservatori, scrive oggi il Sole 24 Ore, ritengono scontate le dimissioni dei vertici, oltre a Massiah la presidente Letizia Moratti e il vice presidente Roberto Nicastro.

L’argomento, secondo quanto riporta il Messaggero, potrebbe essere al centro di un imminente summit fra la stessa Moratti e e il presidente di Intesa Sp, Gian Maria Gros-Pietro. Sempre secondo il giornale romano, il posto di Massiah potrebbe toccare a Elvio Sonnino, vice direttore generale vicario & chief operating officer nonché figura storica del gruppo. Ma esiste anche l’opzione, siccome Intesa con una partecipazione così alta assume la direzione e il coordinamento della ex popolare, che essa possa chiedere al board di Ubi di cooptare un suo manager. Il papabile a prendere le redini dovrebbe essere Raffaello Ruggieri.

Intanto in Borsa alle ore 13,23 le azioni Intesa Sanpaolo scambiano in rosso con un -2,92% a 1,7372 euro, Ubi -2,71% a 3,487 euro in linea con la giornata di forti realizzi.

borsa italiana oggi 04-08-2020 — 08:23

Borsa italiana oggi: Intesa Sanpaolo, Fca, Exor

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi sopra la parità

continua la lettura