Mar 25 Giugno 2019 — 22:30

Intesa SP, oggi sui mercati (21/04)



Riunione Bce e conferenza stampa di Draghi, negli Usa l’indice della Philadelphia Fed atteso in correzione

Di seguito la morning note Mercati Flash a cura della Direzione Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo.
[right]Clicca sull’immagine per ingrandirla[/right]
{{*ExtraImg_19688_ArtImgRight_300x166_}}
Da seguire:

Area Euro

Francia. L’indice di fiducia INSEE presso le imprese manifatturiere è balzato a 104 dal precedente 102 (rivisto al rialzo da 101). L’incremento è sostenuto da progressi della produzione passata (da -6 a +8) e da un andamento meno negativo degli ordini (da -14 a -10), anche esteri. Le aspettative per il futuro rimangono complessivamente positive, anche se meno rispetto a marzo. Un miglioramento del clima di fiducia si è verificato anche nelle costruzioni (da 92 a 94), dove interessa sia il giudizio sul passato, sia le aspettative future. Il clima di fiducia, invece, è calato nei servizi da 99 a 98 e nel commercio al dettaglio da 104 a 102. Come risultato, l’indice generale di fiducia delle imprese è stabile a 101.

Area euro. La stima flash dell’indice di fiducia dei consumatori dell’Eurozona potrebbe mostrare un recupero a -9,2 da -9,7 precedente, dopo due mesi di cali consecutivi. Tuttavia, la persistente incertezza geopolitica continuerà a influenzare il morale delle famiglie nei prossimi mesi.

La riunione BCE dovrebbe concludersi senza novità sul fronte della comunicazione e orientamento della politica monetaria. Draghi vorrà riaffermare l’impegno a fare di più se necessario e a mantenere i tassi sui livelli attuali o più bassi per il futuro prevedibile. È possibile che la BCE fornisca i dettagli operativi degli acquisti di titoli corporate che dovrebbero partire entro la fine del 2° trimestre.

Stati Uniti

L’indice della Philadelphia Fed ad aprile dovrebbe correggere a 7,5 da 12,4 di marzo. L’indice a marzo aveva segnato un rimbalzo di 15,2 punti e aveva dato segnali omogeneamente positivi per il settore. Ad aprile ci dovrebbe essere una fisiologica correzione, che però dovrebbe mantenere l’indice in territorio espansivo e più in linea con i segnali moderatamente positivi dell’ISM.

Ieri sui mercati

Malgrado la minaccia della Russia di aumentare la propria produzione e la fine dello sciopero in Kuwait, le quotazioni future del Brent Crude sono balzate ieri a $45,80, e questa mattina sono salite in area $46.
Chiusura in solido rialzo per i listini azionari europei; modesto, invece, l’avanzamento di quelli americani. Questa mattina i mercati asiatici hanno chiuso in forte rialzo (Nikkei +2,7%).

Rendimenti in netto rialzo sulla curva UST, con marginale aumento delle pendenze. Tassi in calo, al contrario, sulle curve europee.
Il Tesoro italiano ha annunciato per il 26/4 l’offerta di 0,5-0,75 miliardi del BTPei 15/9/2024 2,35%. Questo mese, come previsto dalle linee guida della gestione del debito, non si terrà l’asta di CTZ.

L’euro ha chiuso la giornata appena sotto 1,13 dollari. Dollaro in ripresa anche contro yen 109,83. La sterlina ha guadagnato terreno sulla scia di un sondaggio che mostra un aumento dei voti a favore dell’UE rispetto a marzo.

Spagna – Il re Felipe VI ha annunciato l’intenzione di condurre un ultimo giro di consultazioni fra i partiti il 25 e 26 aprile, nell’estremo tentativo di evitare lo scioglimento del Congresso.

Germania – Il ministero dell’economia ha parlato di “crescita dinamica” per l’economia tedesca nel primo trimestre, sulla spinta di consumi privati e spesa pubblica. Tuttavia, ha riconosciuto che l’andamento futuro è incerto.

Regno Unito – Il sondaggio telefonico Ipsos MORI, tendenzialmente favorevole al “Remain”, ha evidenziato un aumento del margine da 8 a 10 punti percentuali fra marzo e aprile.

Stati Uniti – Le vendite di case esistenti sono aumentate a marzo meno più delle attese a 5,33 mln da 5,07 mln. Sul mese, la variazione è stata del 5,1% m/m da -7,3% m/m. Il mercato del lavoro in buona salute e il basso livello dei tassi stanno sostenendo le compravendite nel settore immobiliare. La fiducia degli agenti immobiliari rimane pertanto elevata e si prevede un proseguimento del trend espansivo per i prossimi mesi.

milano cortina 2026 olimpiadi 25-06-2019 — 12:33

Olimpiadi Milano-Cortina: in Borsa festeggiano Buzzi, Risanamento, Salini Impregilo, Astaldi

Occhi puntati sugli investimenti nelle infrastrutture, comprese strade e villaggio olimpico. Anche due banche potrebbero beneficiarne

continua la lettura