Mer 28 Settembre 2022 — 01:12

Intesa Sanpaolo, carrellata di nuovi target price



Faro dei broker dopo i risultati 2021 e la presentazione del nuovo piano d’impresa

Intesa Sanpaolo green bond

Intesa Sanpaolo sotto la lente dei broker che formulano nuovi target price dopo i risultati 2021 e la presentazione del piano d’impresa 2022-2025. Quest’ultimo prevede fra l’altro dividendi e per una ventina di miliardi in arco di piano, elemento come sempre di indubbio interesse per gli investitori; ma si guarda anche alla correlazione con i tassi d’interesse. Confermate le raccomandazioni sul titolo.

Intesa Sanpaolo target price

Gli analisti di Barclays hanno ritoccato il target price sulle azioni Intesa Sanpaolo da 3,10 a 3,30 euro dopo risultati e piano, confermando il giudizio overweight. Il broker mette l’accento sul piano che “è ragionevole e ha potenziale di rialzo”.

Stessa raccomandazione da Jp Morgan, che ha migliorato il prezzo obiettivo da 3 a 3,20 euro.

Ubs ha ribadito la sua raccomandazione buy con un target di prezzo che passa da 3,1 a 3,15 euro. Secondo la banca svizzera, il piano industriale del gruppo è “ampiamente in linea con le aspettative, ad eccezione dell’annunciato programma di buyback da 3,4 miliardi di euro”. Ubs vede poi Intesa Sanpaolo come “un modo interessante per giocare sui probabili rialzi dei tassi della Bce”.

Fra le valutazioni più alte, Bofa assegna a Intesa Sanpaolo un target price rivisto da 3,30 a 3,50 euro, confermando il rating buy.

E Deutsche Bank ha migliorato il prezzo obiettivo da 2,90 a 3,30 euro, confermando il buy.

Kepler Cheuvreux ha alzato il target su Isp da 2,90 a 3 euro, confermando il buy; Credit Suisse ribadisce il rating neutral e alza il tp da 2,50 a 2,70 euro.

In Borsa il titolo sconta prese di beneficio ma prova a contenere i danni in una nuova giornata difficile per Piazza Affari: alle ore 11,10 Intesa Sanpaolo -0,75% a 2,647 euro con il Ftse Mib a -1,21%.

tim cvc 27-09-2022 — 11:02

Tim, un ruolo per l’accoppiata Berlusconi Xavier Niel?

Spunta un’ipotesi che poggia sul nuovo sodalizio italo-francese e sulla netta vittoria del centrodestra alle elezioni. Mfe smentisce “raccordi con Iliad e Tim”

continua la lettura