Sab 05 Dicembre 2020 — 16:13

Intesa apre il cantiere crediti deteriorati di Ubi



Sul mercato secondo le indiscrezioni un maxi portafoglio fino a 12 miliardi, di cui 5 miliardi ereditati dalla banca lombarda rilevata con l’opas

intesa ubi fusione

Intesa Sanpaolo apre il dossier sui crediti deteriorati di Ubi. L’istituto guidato da Carlo Messina, secondo le ultime indiscrezioni, potrebbe mettere sul mercato un maxi portafoglio fino a 12 miliardi, di cui 5 miliardi ereditati dalla banca lombarda rilevata con l’opas.

Intesa, crediti deteriorati Ubi vanno sul mercato

L’operazione è in procinto di muovere i primi passi, ma le rettifiche dovrebbero arrivare già entro l’anno.

Negli ultimi anni Intesa Sanpaolo ha smaltito 37 miliardi di Npl dal picco di settembre 2015, e ha già realizzato il 94% dell’obiettivo di riduzione previsto nel Piano di Impresa 2018-2021.

Il Covid però ha cambiato nuovamente le carte in tavola e solo i bilanci delle banche italiane si potrebbero ritrovare con 100 miliardi di crediti deteriorati in più secondo i calcoli di Intrum Italy, che ha in piedi una partnership sugli Npl proprio con Intesa Sanpaolo.

Per Intesa poi la fusione con Ubi ha comportato un balzo dello stock di crediti deteriorati da 29 a 35,6 miliardi lordi (17 netti).

Intesa Sanpaolo pronta a cedere fino a 12 miliardi

Indiscrezioni di Bloomberg hanno ipotizzato che Intesa possa puntare a dismettere fino a 12 miliardi di Npl.

Secondo quanto ricostruisce oggi il Sole 24 Ore, le valutazioni sono ancora in corso. Si ipotizzanno 5 miliardi ex Ubi. Ma probabilmente il punto finale si
metterà solo nei prossimi mesi, scrive il giornale.

Tuttavia in termini di accantonamenti, gli effetti saranno visibili sul bilancio 2020. In vista della dismissione, la banca utilizzerà infatti come annunciato parte del badwill (pari a 3,2 miliardi complessivi) generato dall’acquisizione di Ubi. E così facendo metterà già sui conti di quest’anno le rettifiche di valore dei crediti, in particolare di quelli Ubi, svalutandoli a prezzo di mercato visto che li destinerà a futura dismissione.

In Borsa intanto alle ore 11,02 le azioni Intesa Sanpaolo cedono un -1,09% a 1,805 euro.

mps piano esuberi 04-12-2020 — 11:12

Mps, nel piano industriale almeno 3.000 esuberi

Le indiscrezioni fanno seguito alla nota con cui la banca ha convocato per il prossimo 17 dicembre un cda per delineare il nuovo piano strategico

continua la lettura