Dom 19 Settembre 2021 — 07:57

Generali: Caltagirone compra e raggiunge il 6%, Del Vecchio vicino al 5%



A decidere se sarà il consiglio uscente a stilare una lista del cda oppure se i grandi soci privati presenteranno altri candidati dovrebbe essere il consiglio del 27 settembre. In vista dell’appuntamento di fine mese a metà della prossima settimana è allertato il comitato nomine della compagnia

generali caltagirone citylife milano

Assicurazioni Generali di nuovo sotto i riflettori dopo che Francesco Gaetano Caltagirone ha effettuato nuovi acquisti portandosi al 6% del Leone di Trieste. ieri era stato leonardo Del Vecchio ha comunicare una serie di operazioni che gli hanno consentito di raggiungere quasi il 5% della compagnia.

Generali, Caltagirone al 6%

L’avanzata di Caltagirone nel capitale delle Generali sarebbe da mettere in relazione alla partita sulla governance, secondo i rumors che si susseguono ormai da mesi. Inoltre va ricordato che il titolo il mese prossimo stacca una cedola di 0,46 euro, seconda tranche del dividendo 2021 a valere sull’esercizio 2020 (data di stacco 18 ottobre e pagamento il 20 ottobre 2021).

Caltagirone, che aveva in mano una quota del 5,94%, ha acquistato sul mercato con due operazioni lo 0,06% del gruppo assicurativo arrivando così sulla soglia del 6% del capitale.

Secondo un internal dealing della Consob Caltagirone ha acquistato nel complesso 1,07 milioni di azioni Generali attraverso VM2006. Il 7 settembre la società ha comprato 550.000 pezzi a 17,4848 euro l’uno e il giorno successivo altre 520.000 azioni a 17,405 euro ciascuna.

Ieri sera erano invece emersi gli ultimi acquisti di Del Vecchio. Delfin, la holding del fondatore di Luxottica, ha comprato con una serie di operazioni 1,5 milioni di azioni, pari allo 0,094% del capitale, portandosi al 4,92% e avvicinandosi ulteriormente alla soglia del 5% del capitale.

Generali: occhi puntati su cda 27 settembre

Tornando alle manovre di Caltagirone, l’imprenditore romano, che è anche vice presidente di Generali, avrebbe messo nel mirino da tempo l’amministratore delegato Philippe Donnet. Recentemente Caltagirone ha cominciato anche a rafforzarsi in Mediobanca puntando a una quota del 5% di Piazzetta Cuccia, che detiene il 13% del gruppo assicurativo triestino.

mediobanca caltagirone

Francesco Gaetano Caltagirone

Tutto questo mentre si guarda al rinnovo dei vertici alla prossima assemblea di aprile. A decidere se sarà il consiglio uscente a stilare una lista del cda oppure se i grandi soci privati presenteranno altri candidati dovrebbe essere il consiglio del 27 settembre. In vista dell’appuntamento di fine mese a metà della prossima settimana è allertato il comitato nomine della compagnia.

Secondo quanto scrive oggi Repubblica, il Comitato nomine potrebbe riunirsi il prossimo 14 settembre, anche se tale data non trova al momento riscontri. Il giornale aggiunge che nei giorni scorsi il presidente Gabriele Galateri di Genola avrebbe scritto una lettera all’ad chiedendogli la sua disponibilità ad essere rinnovato per un altro mandato, e Donnet avrebbe risposto in maniera affermativa.

Intanto oggi in Borsa alle ore 15,08 le azioni Generali segnano -0,03% a 17,655 euro in linea con il Ftse Mib. .

unicredit ermotti 17-09-2021 — 10:25

Unicredit e Mps, si apre il capitolo esuberi

La banca milanese invoca le garanzie che furono accordate a Intesa Sanpaolo per le banche venete

continua la lettura