Lun 18 Febbraio 2019 — 02:04

Fca, per Goldman il titolo può raddoppiare (ancora)



Target price stellare per il gruppo italo-americano, che chiude un mese d’agosto davvero indimenticabile

Per Fca si chiude un mese d’agosto indimenticabile (+26% rispetto a fine luglio) grazie al rally scattato alla vigilia di Ferragosto sulle molteplici voci che spaziano da un merger con una rivale cinese alla cessione di Jeep e per ultimo di Magneti Marelli.

Il prezzo del titolo nell’ultimo anno risulta addirittura raddoppiato (+106%) ma secondo Goldman Sachs nei prossimi 12 mesi (questo è l’orizzonte di un target price) potrebbe raddoppiare ancora. La banca americana ha infatti diffuso oggi un report in cui ha confermato il giudizio Buy sul gruppo auto italo-americano, alzando il prezzo obiettivo da 19,2 euro a 25,9 euro. L’azione trova posto inoltre nella Conviction List (CL) della banca.

Poiché il titolo scambia in questo momento a 12,73 euro (+2,8%) e ha segnato la scorsa settimana un massimo a 12,92 euro, il potenziale di rialzo visto da Goldman Sachs è appunto di circa il 100%. Abbastanza per aggiungere benzina al rally. Fca, dopo la pausa delle recenti sedute, ha ripreso infatti a correre e lo stesso vale per la sua “casa madre” Exor, che in questo momento segna +4,1% a 53,75 contro il +1% del Ftse Mib.

[center]Le stime aggiornate di GS (Clicca sull’immagine per ingrandirla)[/center]

{{*ExtraImg_42249_ArtImgCenter_600x180_}}

Gli analisti di Goldman Sachs individuano diversi catalyst potenzialmente in grado di creare valore. La banca d’affari stima innanzitutto una generazione di cassa di 7,5 miliardi nei prossimi 18 mesi, pari a circa il 39% del market cap. Quindi viene citato il possibile spin off delle controllate di componentistica Magneti Marelli e Comau nonché dei marchi Maserati e Alfa Romeo, operazioni che per Goldman potrebbero valere circa 12 miliardi. Inoltre sul fronte M&A diversi player del settore potrebbero essere interessati al core business di Fca il cui focus è sul segmento Suv/pick-up in area Nafta. Infine secondo Goldman Sachs il titolo tratta ancora a forte sconto rispetto ai concorrenti, con un multiplo Ev/Ebitda 2018 di 1,4 volte contro 6,3 e 3,7 volte rispettivamente per le rivali americane General Motors e Ford.

Da segnalare che oggi anche Equita ha alzato il prezzo obiettivo di Fca da 11,6 a 14,1 euro, mantenendo però un rating Hold, giustificato fra l’altro con l’incertezza per via dell’inchiesta Usa sulle emissioni che mette sotto accusa Fiat Chrysler.

Fca news 15-02-2019 — 11:19

Fca bocciata da Banca Imi, il 2019 è molto impegnativo

La banca d’affari taglia raccomandazione e target price a causa delle guidance sotto le attese annunciate dai vertici aziendali in occasione della pubblicazione dei conti

continua la lettura