Sab 04 Aprile 2020 — 22:47

Fca a picco in Borsa: pesa chiusura per coronavirus



Il bilancio del coronavirus si fa sempre più pesante per Borsa Italiana e oggi prende particolarmente di mira le azioni […]

fca chiusura coronavirus

Il bilancio del coronavirus si fa sempre più pesante per Borsa Italiana e oggi prende particolarmente di mira le azioni Fiat Chrysler (Fca) dopo che il gruppo italo-americano ha annunciato la chiusura fino al 27 marzo di alcuni stabilimenti in Europa a causa dell’epidemia di coronavirus.

Fca, corononavirus pesa in Borsa

Proprio oggi gli analisti di Commerzbank hanno ridotto il target price di Fca da 13,50 a 11 euro confermando il giudizio buy: valutazioni che appaiono fin troppo ottimistiche, dal momento che oggi il titolo scambia intorno a 7 euro, ma che giustificano la raccomandazione d’acquisto (vista la lontananza dal prezzo obiettivo) e danno fiducia agli investitori su un possibile rimbalzo.

L’impatto del coronavirus sarà probabilmente ingente, a causa del crollo della domanda, ma rimane difficile da calcolare. A cedere terreno oggi è l’intero comparto auto europeo, con l’indice Europe 600 Automobiles & Parts che cede oltre il 9% (oltre il 20% nell’ultima settimana), dopo che Francia e Spagna hanno seguito l’esempio dell’Italia optando per il lockdown del Paese e dell’economia.

Anche Renault ha chiuso le quattro fabbriche spagnole del gruppo a causa del coronavirus e non è certa se sarà in grado di riaprirne i battenti a partire da mercoledì.

Fca, chiusura stabilimenti per coronavirus

Quanto alla chiusura di stabilimenti Fca per coronavirus, questa fa seguito allo stop temporaneo per alcuni stabilimenti annunciato la scorsa settimana si protrarrà fino al 27 marzo.

Il provvedimento riguarda gli stabilimenti in Italia di Melfi (fino al 29 marzo), Pomigliano, Cassino, Carrozzerie Mirafiori, Grugliasco e Modena; ma anche l’impianto in Serbia di Kragujevac e in Polonia di Tychy. Si tratta complessivamente del 30-35% della capacità produttiva.

Il gruppo, assicura Fca in un comunicato, “sta lavorando con i propri fornitori e partner affinché, nonostante la sospensione
produttiva, gli stabilimenti possano raggiungere i livelli di produzione totali precedentemente pianificati nel momento in cui riprenderà la domanda da parte del mercato”.

i Borsa il titolo è in caduta libera: alle ore 12,53 segna -16,47% a 7,001 euro.

Borsa milano 03-04-2020 — 11:31

Borsa Milano giù, crollo per Intesa Sanpaolo e Ferrari

Riprendono gli acquisti sul petrolio con una riunione in programma lunedì tra Opec e Russia, che potrebbero trovare un accordo su un taglio della produzione dopo la guerra dei prezzi delle ultime settimane. Sul fronte macro, negli Usa sono andati persi a marzo ben 701.000 posti di lavoro

continua la lettura