Mer 08 Dicembre 2021 — 14:36

Enel, nel piano 2022-2024 dividendo in crescita



Investimenti per 170 miliardi nell’orizzonte al 2030, anticipato di 10 anni il target sulle emissioni zero

enel raccomandazione

Enel ha alzato il velo sul Piano strategico 2022-2024 che prevede fra l’altro un incremento del dividendo fisso del 13%. Il gruppo guidato da Francesco Starace prevede risultati in crescita al 2024 e una decisa accelerazione degli investimenti nella strategia al 2030.

Enel: piano strategico 2022-2024

I nuovi target sono stati annunciati oggi nel corso di un Capital Markets Day molto atteso dagli analisti, che peraltro recentemente hanno confermato le rispettive raccomandazioni positive sul titolo nonostante qualche turbolenza in Borsa. Le azioni Enel trattano stamattina in rialzo dopo le indicazioni del management.

Il piano Enel prevede un ebitda ordinario di gruppo a 21-21,6 miliardi nel 2024, rispetto ai 18,7-19,3 miliardi stimati nel 2021; utile netto ordinario a 6,7-6,9 miliardi nel piano 2024, rispetto ai 5,4-5,6 miliardi stimati a fine 2021.

Alla crescita dell’Ebitda ordinario di Gruppo contribuiscono le Rinnovabili, che è il principale driver del periodo, con un contributo previsto di circa 2 miliardi di euro.

Investimenti

Il gruppo prevede di investire direttamente un totale di circa 45 miliardi di euro nel periodo 2022-24, pari a un incremento del 12% rispetto al Piano precedente, mobilitando al contempo ulteriori 8 miliardi circa di euro provenienti da terzi. Sul totale degli investimenti, circa 19 miliardi di euro si prevede siano destinati alle Rinnovabili, in particolare in Paesi dove il gruppo beneficia di un business integrato con i clienti finali; circa 18 miliardi si prevede siano destinati al business di Infrastrutture e Reti.

Grazie a questi investimenti, Enel stima che la Rab (Regulatory Asset base) del gruppo raggiunga i 49 miliardi di euro, in crescita di quasi il 15% rispetto al 2021.

Previsti inoltre 170 miliardi di investimenti diretti entro il 2030; anticipato di 10 anni al 2040 l’impegno Net Zero sia per le emissioni dirette sia per quelle indirette.

Enel, dividendo in crescita

Ovviamente le attese di azionisti e investitori erano puntate su aggiornamenti relativi al dividendo Enel.

La politica dei dividendi di Enel per il periodo “resta semplice, prevedibile e interessante”. Gli azionisti riceveranno un dividendo per azione fisso che si prevede cresca del 13% dal 2021 al 2024, fino a raggiungere 0,43 euro/azione.

La prevista crescita degli utili, sommata al rendimento della cedola (dividend yield), si potrà tradurre in un rendimento totale stimato di circa il 13% per il periodo 2022-2024.

Le raccomandazioni dei broker

Fra le prime reazioni a caldo dei broker, Goldman Sachs conferma il buy con prezzo obiettivo a 10,50 euro.  Da parte sua Equita conferma il buy con target price di 8,4 euro, spiegando che “come atteso, Enel ha leggermente ridotto le guidance 2022-2024 rispetto alle indicazioni del precedente piano (riduzione di circa il 4% sull`Ebitda e del 5% sull`utile), con proiezioni comunque superiori alle nostre stime e in linea con il consensus”.

Raccomandazione buy confermata anche dagli analisti di Kepler Cheuvreux, con target di prezzo a 9,2 euro, in quanto “il tasso composto medio annuo di crescita di lungo periodo è stato confermato, mentre i target di breve termine sono leggermente piú deboli del piano precedente, ma in linea con il consenso e con le nostre stime”.

In Borsa alle ore 10,03 le azioni Enel trattano in rialzo con un +1,16% a 6,987 euro, con il Ftse Mib a +0,6%.

intesa cattolica 08-12-2021 — 10:20

Intesa Sanpaolo, ok al contratto integrativo

Accordo con i sindacati sull’armonizzazione per i dipendenti ex Ubi

continua la lettura