Finanzareport.it | Effetto SVB Financial: da Wall Street a Piazza Affari banche sotto tiro - Finanza Report

Lun 20 Maggio 2024 — 23:39

Effetto SVB Financial: da Wall Street a Piazza Affari banche sotto tiro



Il caso della banca californiana in crisi di liquidità innesca prese di beneficio sui titoli finanziari

rischi investire wall street

Effetto SVB Financial anche a Piazza Affari, dove banche e risparmio gestito finiscono nel mirino di violenti realizzi per il secondo giorno consecutivo.

SVB Financial

Le vendite ieri avevano affossato gli indici di Wall Street in seguito al caso della banca californiana in crisi di liquidità, con il settore finanziario americano in calo a fine giornata del 4%, mentre Svb Financial ha lasciato sul terreno ben il 60%. Oggi il titolo ha ceduto un altro 60% in avvio per poi essere bloccato. A stretto giro è arrivato l’annuncio del fallimento.

Il comparto nelle ultime ore è stato inoltre turbato dal newsflow su un’altra banca minore, Silvergate, istituito specializzato nelle criptovalute che ha annunciato lo stop delle operazioni.

Tornando al caso SVB Financial, SVB è l’acronimo di Silicon Valley Bank, un istituto rinomato per il finanziamento di aziende tecnologiche e innovative in diversi settori. Il prezzo delle azioni della banca è sceso ieri da 267 a 106 dollari per azione. La capitalizzazione è così passata da 15,8 miliardi di dollari a 6,3 miliardi di dollari in poche ore. Le vendite come detto oggi sono proseguite, trascinando ancora al ribasso alcuni importanti istituti di Wall Street. Le autorità della California hanno chiusa la banca, mentre è intervenuta la Federal Deposit Insurance Corp a tutela dei depositi (175,4 miliardi in totale al 31 dicembre 2022).

Timori di contagio

La vicenda ha fatto rievocare lo spettro di una crisi finanziaria e non solo per i problemi delle startup tecnologiche servite dall’istituto.

A destare preoccupazione in particolare sarebbe il fatto che la banca, per risolvere i suoi problemi di liquidità e compensare il calo dei suoi depositi, ha dovuto vendere un ampio portafoglio di obbligazioni, in gran parte titoli di stato, per un totale di 21 miliardi di dollari, ma con una perdita di 1,8 miliardi. Un effetto quest’ultimo del continuo aumento dei rendimenti obbligazionari e quindi della perdita di valore del mercato dei bond legato alle mosse delle banche centrali. Per compensare le perdite sul portafoglio obbligazionario è stato lanciato un aumento di capitale, ma la mossa non è servita.

Banche italiane

I cali di queste ore arrivano a sorpresa, tanto più che le banche sono fra i pochi settori ad avere beneficiato dei rialzi dei tassi. E’ presto per dire se i timori siano giustificati, ma intanto offrono uno spunto per alcune prese di beneficio dopo il forte rally delle ultime settimane.

Anche banche italiane e risparmio gestito fanno le spese del caso SVB Financial. Dopo le vendite di ieri, scivolano fra le altre Fineco (-4,6%), Bper (-4,5%), Unicredit e Banco Bpm (-3%), Intesa Sanpaolo (-2%), Mps (-3,9%). Male Azimut (-3,2%), Banca Generali (-3%), Mediolanum (-3,5%). Seduta complicata anche per i tecnologici con Stm (-1,6%) e Prysmian (-4,2%).

raccomandazioni trading broker borsa 20-05-2024 — 10:45

Raccomandazioni dei broker del 20 maggio 2024

Ecco i nuovi rating e target price di giornata

continua la lettura
Telegram Finanza Report