Dom 26 Settembre 2021 — 02:48

Intesa Sanpaolo, pioggia di dividendi: in arrivo altri 1,9 mld e 1,4 mld acconto 2022



Nel secondo trimestre l’utile è cresciuto del 6,5% a 1,5 miliardi, battendo le attese del consensus che pronosticava meno di 1 miliardo

intesa sanpaolo azioni filiale

Intesa Sanpaolo distribuirà quest’anno altri 1,9 miliardi di dividendi e in aggiunta un acconto sul dividendo 2022, a valere sull’esercizio 2021, per 1,4 miliardi. Lo ha reso noto oggi la banca guidata da Carlo Messina, assieme ai risultati semestrali chiusi con un utile netto di 3,02 miliardi (+17,8%).

Nel 2021, il gruppo Intesa Sanpaolo si attende un utile netto minimo di 4 miliardi di euro.

Nel solo secondo trimestre l’utile è cresciuto del 6,5% a 1,5 miliardi, battendo le attese del consensus che pronosticava meno di 1 miliardo.

Tornando al semestre e considerando i dati proforma che includono il perimetro Ubi per gli interi 2021 e 2020, i proventi operativi sono saliti dell’1,7% a 10,7 miliardi, con interessi netti a 3,9 miliardi (-3,2%) e commissioni nette a 4,7 miliardi (+13,2%). In calo del 2,3% a 5,3 miliardi i costi operativi, per un rapporto cost/income al 49,2%. Quanto alla solidità patrimoniale il coefficiente Cet1, deducendo i 2,1 miliardi di dividendi maturati nel semestre, è pari al 14,9% (15,7% il dato pro-forma a regime).

Per quanto riguarda la politica dei dividendi di Intesa Sanpaolo, oltre ai 694 milioni di dividendo cash per il 2020 distribuiti a maggio 2021, in linea con il Piano di Impresa 2018-2021 si prevede:

– a valere sui risultati del 2020, una distribuzione cash da riserve che aggiungendosi ai predetti dividendi porti al pagamento di un ammontare complessivo corrispondente a un payout ratio pari al 75% dei 3.505 milioni di euro di utile netto rettificato;

– a valere sui risultati del 2021, il pagamento di un ammontare di dividendi cash corrispondente a un payout ratio pari al 70% dell’utile netto, da distribuire in parte come acconto nell’anno in corso.

Il cda convocherà prossimamente l’assemblea ordinaria – per la prima metà di ottobre 2021 – a cui sottoporre la proposta di distribuzione cash a valere sui risultati 2020, pari a 1.935 miliardi, risultante da un importo unitario di 9,96 centesimi di euro per azione. Pagamento previsto il giorno 20 ottobre 2021, con stacco cedole il 18 ottobre e record date il 19 ottobre.

Il cda ha definito in via preliminare come acconto cash da distribuire a valere sui risultati del 2021 un ammontare pari a 1,4 miliardi di euro e procederà a deliberarlo il 3 novembre prossimo, in occasione dell’approvazione dei risultati consolidati al 30 settembre 2021, in assenza di controindicazioni derivanti dai risultati del terzo trimestre 2021 o da quelli prevedibili per il quarto trimestre 2021. A seguito della
deliberazione della distribuzione prevista, l’acconto dividendi – pari a 1.400.936.404,29 euro, risultante da un importo unitario di 7,21 centesimi di euro per ciascuna azione ordinaria – verrà pagato alla prima data utile successiva alla deliberazione del cda, ossia il 24 novembre 2021 (con stacco cedole il 22 novembre e record
date il 23 novembre).

azioni Carige 24-09-2021 — 10:04

Carige, la Bce torna in pressing ma Genova ora punta su fusione a tre

Francoforte avrebbe chiesto al Fitd un piano alternativo alla ricerca di un partner

continua la lettura