Dom 26 Settembre 2021 — 03:20

Creval, un altro fondo dice no al prezzo dell’opa. Dbrs conferma rating



Offerta del Crédit Agricole sempre sotto i riflettori, il titolo scambia sopra 12 euro

creval fusione

Dbrs Morningstar ha confermato i rating di Creval, inclusi il Long-Term Deposits rating a BBB (low) e il Long-Term Issuer rating a BB (high), citando progressi sui crediti deteriorati. Il trend su tutti i rating è invariato a “stable”.

Creval, opa Crédit Agricole sempre sotto i riflettori

A tenere banco però è sempre l’opa targata Crédit Agricole e il nodo del prezzo dell’offerta, già bocciato da una serie di soci e ora anche dal fondo Alta Global (ex Altera Capital) dell’investitore Viatcheslav Pivovarov.

A contestare il prezzo dell’opa di 10,50 euro per azione, da tempo ampiamente superato dal mercato, sono stati i soci Petrus (3% del capitale), Hosking (4,7%) e Kairos (3%).

Crédit Agricole, che ha più volte affermato di ritenere corretto il prezzo, si è intanto rafforzato nelle ultime settimane acquistando ai blocchi complessivamente il 7,83% del capitale di Creval, che si aggiunge alla partecipazione del 9,847% già detenuta da Crédit Agricole Assurances. I nuovi acquisti sono subordinati al via libera della Bce a salire oltre il 10% e sino al 20% del Credito Valtellinese prima dell’opa e indipendentemente dall’esito dell’offerta.

Creval, Alta Global chiede di alzare il prezzo

Ora Alta Global, uno dei maggiori azionisti del Creval, esorta il Credit Agricole ad alzare la propria offerta. “Al prezzo attuale, Alta Global non aderirà”, ha detto ieri a Bloomberg Viatcheslav Pivovarov, il fondatore e ceo della società. “In questa fase, non riflette il valore equo di Creval”, ha aggiunto.

“Crediamo che la valutazione totale di M&A per azione per Creval sia tra i 15 euro e i 22 euro”, rileva Pivovarov aggiungendo di accogliere “con favore l’offerta non richiesta del Credit Agricole, in quanto siamo d’accordo con la sua logica strategica”. Tuttavia, “anche su base individuale, il valore equo di Creval è più alto e non crediamo che le azioni crolleranno se l’acquisizione del Credit Agricole fallisse. L’intero settore bancario – ricorda – è in rialzo del 30% da novembre”.

Rating Creval confermato da Dbrs

Intanto Creval, che ha chiuso il 2020 con un utile raddoppiato, incassa oggi la conferma dei rating da parte di Dbrs Morningstar. Una conferma, si legge in una nota, che tiene conto dei significativi progressi nella riduzione delle esposizioni deteriorate (Npe).

L’agenzia sottolinea inoltre che l’istituto ha proceduto a ulteriori 800 milioni di euro di cessioni nel 2020, battendi i propri target in termini di Npe ratio. Come per altre banche italiane, l’agenzia di rating tiene anche conto della probabile formazione di nuovi Npl quest’anno, quando scadranno le moratorie.

In Borsa oggi alle ore 10,23 il titolo segna +0,79% a 12,056 euro.

azioni Carige 24-09-2021 — 10:04

Carige, la Bce torna in pressing ma Genova ora punta su fusione a tre

Francoforte avrebbe chiesto al Fitd un piano alternativo alla ricerca di un partner

continua la lettura