Mer 05 Agosto 2020 — 00:31

Cerved, Intrum offre 450 milioni per divisione Npl



Nuove indiscrezioni sul braccio di ferro in corso tra il gruppo svedese e Credito Fondiario, che punta invece alla fusione. Il cda sarebbe diviso

cerved intrum

Nuove indiscrezioni sul braccio di ferro in corso tra Intrum e Credito Fondiario per aggiudicarsi Cerved Credit Management, la divisione di Cerved dedicata agli Npl.

Npl Cerved, Intrum sfida Credito Fondiario con offerta da 450 milioni

In particolare il gruppo svedese Intrum, attivo da anni in Italia ma salito alla ribalta soprattutto dopo l’alleanza con Intesa Sanpaolo sui crediti deteriorati, avrebbe messo sul piatto per la divisione di Cerved un’offerta da 450 milioni di euro.

Lo scrive oggi il quotidiano MF, confermando peraltro che il Credito Fondiario ha proposto un diverso progetto che punta invece alla fusione.

Cda diviso

Un progetto, quello dell’istituto controllato dal fondo Elliott, che potrebbe rivelarsi a sua volta redditizio per Cerved, il cui board secondo le indiscrezioni sarebbe diviso.

La fusione, cone già emerso nelle scorse settimane, prevede una successiva quotazione che potrebbe arrivare nel 2021.

Dossier valorizzazione

Della nuova realtà Cerved avrebbe circa il 70%, una quota che a regime dovrebbe arrivare a valere circa 700 milioni, mentre, secondo stime di mercato, grazie alle sinergie di costo e di ricavo l’ebitda combined è stimato attorno a 150 milioni.

Cerved, assistita dall’advisor Mediobanca, dovrà ora sciogliere gli ultimi dubbi sul processo di valorizzazione di uno dei suoi business più rilevanti. Fra le opzioni, anche una possibile rinuncia e il ritiro del dossier.

In Borsa intanto alle ore 9,32 le azioni Cerved Group segnano +0,35% a 8,615 euro.

borsa italiana oggi 04-08-2020 — 08:23

Borsa italiana oggi: Intesa Sanpaolo, Fca, Exor

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi sopra la parità

continua la lettura