Ven 23 Agosto 2019 — 16:23

Carige, salvataggio a una svolta: presentata l’offerta non vincolante



La proposta consegnata ai commissari per essere immediatamente girata alla Bce, obiettivo chiudere entro il 30 luglio

Carige salvataggio bce news

Il salvataggio di Banca Carige, nel giorno dell’ultimatum Bce, ha visto nella serata di ieri una svolta che potrebbe rivelarsi decisiva. Il Fondo interbancario (Fitd) e l’aspirante partner industriale Cassa Centrale Banca (Ccb) hanno inviato ai commissari dell’istituto ligure le lettere contenenti la proposta non vincolante per un piano di rafforzamento patrimoniale da 900 milioni di euro. Ai commissari il compito di girare l’offerta alla Bce. Obiettivo, chiudere entro il prossimo 30 luglio.

Carige, presentata a Bce l’offerta non vincolante

Una volta recapitata la proposta alla Bce, tramite i commissari Lener, Innocenzi e Modiano da essa nominati, l’assunzione degli impegni vincolanti dovrebbe appunto arrivare il 30 luglio quando il Fondo interbancario riunirà consiglio e comitato di gestione per dare il via libera definitivo all’intervento da 900 milioni di euro, di cui 700 in aumento di capitale e 200 di bond subordinati tier 2.

Ccb investirà 100 milioni nel bond e 65 nell’aumento di capitale, che verrà sottoscritto per altri 313 milioni attraverso la conversione del bond in mano allo Schema Volontario e garantito per la restante parte dal Fitd, che confida nel fatto che almeno una parte dei 150 milioni riservati agli attuali azionisti venga sottoscritta. C’è grande attesa di conoscere soprattutto le mosse della famiglia Malacalza, che con la sua quota di oltre il 27% è stato sinora il socio forte di Carige.

Assemblea Carige a settembre?

I restanti 100 milioni di bond tier 2 dovrebbero finire in pancia ad alcuni investitori istituzionali, con in testa Amissima (50 milioni), Cattolica (10) e Mediolanum (5). In ballo anche il Credito Sportivo, che oggi riunirà il cda, e Medio Credito Centrale.

La call concessa a Ccb per rilevare le quote del Fitd sarebbe stata accorciata a due anni con uno sconto che non scenderebbe sotto il 50%. Se non ci saranno intoppi i commissari potranno convocare per la fine di settembre l’assemblea che dovrà votare l’aumento.

Presto anche bond e azioni di Banca Carige potrebbe tornare alle contrattazioni. Sarebbe definitivamente sventato il rischio di una ricapitalizzazione precauzionale da parte del Tesoro o l’ipotesi di liquidazione tornata a fare capolino nelle ultime settimane.

borsa italiana oggi ftse mib trading 23-08-2019 — 08:14

Borsa italiana oggi: Tenaris, Illimity, Recordati

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi sopra la parità

continua la lettura