Lun 19 Agosto 2019 — 23:37

Carige, proposta (audace) del fondo Apollo al Fitd



La bozza sul tavolo del Fondo interbancario che si riunisce domani a Milano: aumento di capitale ridotto e poi cessione della maggioranza da parte delle banche a 1 euro

carige news salvataggio

Il fondo Apollo si fa avanti per Carige, non ancora con un’offerta vera e propria, ma con una proposta che dovrebbe essere discussa domani dal Fondo interbancario (Fitd) che si riunisce a Milano. La proposta, anticipata oggi dal Messaggero, è piuttosto articolata e contiene tuttavia alcune condizioni che, come scrive lo stesso quotidiano, appaiono di difficile realizzazione. Le indiscrezioni arrivano dopo il botta e risposta del fine settimana tra Malacalza e i commissari di carige, mentre si attendono appunto le offerte dei fondi.

Carige, la proposta di Apollo al Fitd

Il fondo Usa veniva indicato da tempo come potenzialmente interessato al dossier Carige, e le voci si erano intensificate negli ultimi giorni dopo un accordo tra lo stesso Apollo e Carige per appianare le vecchie ruggini. Il fondo tra l’altro distribuisce le polizze Amissima tramite gli sportelli della banca ligure.

Ma cosa prevede l’offerta di Apollo al Fitd? Il Messaggero parla di una ricapitalizzazione di 450-500 milioni (inferiore quindi anche ai 620 milioni stimati dai commissari Bce, mentre si stimava una taglia più elevata), con Apollo che dovrebbe sottoscrivere 120-130 milioni, conversione del bond subordinato da 320 milioni in equity (ma dopo la cessione di questo al Fondo obbligatorio da parte dello Schema volontario), una tranche di aumento fino a 40 milioni per i vecchi soci guidati da Malacalza. La Sga procederebbe a rilevare tutti i crediti in sofferenza.

La proposta è in fase di negoziazione fra il Fitd (assistito da Kpmg) ed Equita per conto di Apollo, il cui nome non compare però nelle carte citate. La bozza sarebbe pervenuta ieri sera ai membri degli organi dello Schema e del
Fitd in vista della riunione di domani pomeriggio a Milano.

La maggioranza di Carige sarebbe venduta a 1 euro

Fra le condizioni al momento riportate sulla bozza, lo scenario prefigurato da Apollo prevede per il Fitd una
quota superiore al 51% di Carige, vietata secondo lo statuto, mentre Apollo avrebbe circa il 25-30%, i vecchi azionisti il 10-15%.

Inoltre, viene spiegato, a questi valori non verrebbero rispettati gli indici Srep della Bce, ma l’istituto, dopo un forte cura dimagrante (filiali, dipendenti, rami di business), uscirebbe dalla sfera delle banche significant vigilate da Francoforte per entrare nel novero di istituti sotto Bankitalia.

Un dettaglio, non secondario, riporta alla mente il caso delle banche venete i cui asset buoni furono ceduti a Intesa Sanpaolo per 1 euro. In questo caso, secondo lo schema, il Fitd venderebbe in 12 mesi la maggioranza ad Apollo allo stesso prezzo simbolico di 1 euro.