Mar 18 Gennaio 2022 — 07:36

Carige, offerta targata Crédit Agricole?



I francesi sfidano Bper, il Fitd conta di chiudere l’esame delle offerte lunedì 10 gennaio

carige terzo trimestre

Azioni Carige in rialzo a Piazza Affari, nonostante la seduta decisamente negativa sui mercati internazionali, dopo le insistenti voci di mercato su un’offerta targata Crédit Agricole che sarebbe arrivata sul tavolo del Fitd. Quest’ultimo peraltro a mercato chiuso ha confermato l’esistenza di offerte, utilizzando il plurale, precisando che l’esame potrebbe concludersi lunedì prossimo.

Carige: offerta Credit Agricole?

Il Crédit Agricole Italia guidato da Giampiero Maioli avrebbe quindi rotto gli indugi presentando un’offerta alternativa a quella di Bper, che recentemente si è vista respingere la richiesta di esclusiva dal Fondo interbancario.

La notizia, riportata nella tarda serata di ieri dall’Ansa, è stata accolta da Crédit Agricole con un “no comment”, dunque non è stata smentita. Poche settimane fa Maioli aveva escluso l’interesse per il dossier.

Il Messaggero scrive oggi che Agricole sarebbe assistito dai suoi advisor “storici” che sono Jp Morgan e Bonelli Erede.

Carige, da Crédit Agricole offerta a 1 euro, chiesto aumento di 700 milioni

Bper ha proposto al Fitd di rilevare la sua quota per 1 euro dopo un ricapitalizzazione da 1 miliardo a carico del Fondo. Modena avrebbe poi lanciato un’opa sulla quota residua a 80 centesimi per azione.

La proposta è stata respinta dal Fitd in quanto l’iniezione di capitale richiesta eccedeva i limiti statutari del fondo. A quel punto Bper si è offerta di sedersi al tavolo per discuterla, rimuovendo diversi dei paletti posti con l’offerta originaria, ma chiedendo l’esclusiva.

Anche l’Agricole, secondo i rumors, metterebbe sul piatto 1 euro e chiederebbe al Fitd un aumento di capitale da 700 milioni. I benefici fiscali legati alla norma sulle Dta vengono stimati in 380 milioni.

Nella sua nota emessa in serata, il Fitd ha spiegato che “non ritiene opportuno commentare il contenuto di tali indiscrezioni, né rettificare alcune inesatte indicazioni quantitative in esse contenute”, aggiungendo che l’attività istruttoria sulle offerte ricevute avrà tempi stretti e sarà completata “verosimilmente” lunedì.

Terzo polo bancario

Il mercato dopo i rumors ha prefigurato una possibile guerra di rilanci per rilevare Carige e inserire con la banca di Genova un importante tassello nella costruzione di un terzo polo bancario. Nelle mire di Bper e del socio forte Unipol c’è anche la Popolare Sondrio.

La proposta della Banque Verte, in caso di presentazione, confermerebbe l’interesse per il sistema bancario italiano dei francesi, reduci nel 2021 dall’acquisizione del Creval e delle quote di minoranza di Friuladria, dopo aver rilevato nel 2018 le Casse di Risparmio di Rimini, Cesena e San Miniato.

In Borsa le azioni Banca Carige hanno chiuso con un +4,58% a 0,799 euro.

castagna banco bpm 17-01-2022 — 09:42

Castagna (Banco Bpm) cauto su terzo polo. Novità su caso diamanti

La sfida alle big del mercato non è “solo questione di dimensioni”. Per la vicenda delle pietre preziose transazioni quasi del tutto completate

continua la lettura