Dom 24 Marzo 2019 — 02:47

Carige, vigilia di assemblea. Malacalza non scioglie i dubbi



L’imprenditore piacentino intanto lancia segnali di insoddisfazione mettendo nel mirino anche il nuovo ad. Domani la riunione dei soci sull’aumento di capitale da 400 milioni di euro

Carige news

A poche ore dal delicato passaggio assembleare, Vittorio Malacalza non scioglie le riserve sulla sua adesione all’aumento di capitale di Carige ma torna a lanciare velati segnali di insoddisfazione contro i vertici della banca ligure.

L’imprenditore piacentino, dopo essere riuscito a defenestrare Piero Montani, Guido Bastianini e Paolo Fiorentino, sembra voler ora scaricare anche Fabio Innocenzi, da lui stesso scelto per il nuovo ribaltone manageriale di settembre. “Non l’ho ancora visto all’opera, Carige è un’impresa e dev’essere competitiva”, ha affermato Malacalza in occasione di un evento a Genova.

“Bisogna credere negli uomini per vedere un futuro. Prima parlavo con l’a.d di Asg Superconductors e mi è piaciuto quello che dice: ha una visione lunga, è un giovane in gamba, è bergamasco, tosto e duro. Anche per la banca ci vuole una visione”, ha aggiunto l’imprenditore.

Domani l’assemblea sarà chiamata, tra le altre cose, a votare il nuovo aumento di capitale da 400 milioni di euro funzionale a rimborsare il bond subordinato di pari importo sottoscritto per 320 milioni dallo Schema volontario del fondo interbancario per la tutela dei depositi (Fidt). Malacalza non ha sciolto le riserve. “Si saprà dopodomani. Anticipare è come dire prima la fine di un film giallo”, ha precisato il maggior azionista di Carige sottolineando che “l’impegno per la banca continuerà sempre”.

A Piazza Affari le azioni della banca genovese mettono a segno, alle 9,52, un rialzo del 13,335 a 0,0017 euro.

carige news 22-03-2019 — 09:52

Carige: countdown per le offerte. Closing su Creditis, rilancio per Cesare Ponti

Entro il 28 marzo si chiude per la cessione della società di credito al consumo mentre per la metà di aprile sono attese le offerte per l’aggregazione. Intanto primi passi concreti per il rilancio della società di gestione del risparmio con una nuova filiale a Genova

continua la lettura