Ven 18 Giugno 2021 — 11:18

Bper frena su fusioni, nuove voci su Unicredit, Banco Bpm e Mps



Torna la suggestione di un’aggregazione a tre, proprio mentre l’istituto modenese sembra fare un passo indietro in vista dell’imminente nuova fase di consolidamento fra banche italiane

unicredit banco bpm mps

Unicredit, Banco Bpm e Mps: torna la suggestione di una fusione a tre, proprio mentre Bper sembra fare un passo indietro in vista dell’imminente nuova fase di consolidamento fra banche italiane.

Bper frena su possibili fusioni

Bper, va detto, non paga in Borsa la rinnovata cautela sul tema risiko (+2% le azioni a fine mattinata, alla guida di un comparto bancario tonico). Il mercato promuove i conti del primo trimestre chiuso in utile per 400 milioni e l’esordio del nuovo ad Piero Montani. La banca modenese, il cui principale è Unipol, punta anche a cedere 1 miliardo di Npl nel 2021

Fra i broker, Goldman Sachs ha alzato il target price su Bper da 2,45 a 2,55 euro, confermando la raccomandazione buy. Barclays ha aumentato il prezzo obiettivo da 2 a 2,30 euro confermando il rating overweight.

Montani in conference è stato interpellato sulle eventuali operazioni di M&A, affermando che l’integrazione degli sportelli Ubi è “in assoluto il primo obiettivo su cui ci concentreremo”. Se poi “si dovessero verificare altre situazioni, anche favorevoli dal punto di vista fiscale le esamineremo ma certamente oggi non è la priorità”, ha detto il manager.

La cautela di Bper, se confermata, aprirebbe la strada a un avvicinamento tra Unicredit e Banco Bpm per una potenziale combinazione. Banco Bpm fino a pochi mesi fa sembrava destinata al matrimonio con Bper. Il nuovo ceo di Unicredit Andrea Orcel ha aperto la scorsa settimana a possibili fusioni, se accrescitive e nell’interesse dei soci.

Unicredit-Banco Bpm-Mps, nuovi rumors

All’operazione Unicredit-Banco Bpm, secondo nuove indiscrezioni pubblicate nel weekend dal Messaggero, potrebbe unirsi la stessa Mps.

Il Tesoro, che ha già alzato la dote fiscale per la cessione di Mps e l’ha estesa fino a metà 2022, punterebbe ora a far slittare di pari passo anche la data concordata con la Ue per disimpegno dalla banca senese. Lo stesso premier Mario Draghi, secondo la ricostruzione di stampa, sarebbe pronto a spendersi in prima persona per ottenere la proroga da Bruxelles.

Gli osservatori, scrive il Messaggero, hanno messo in relazione le nuove tecnicalità con un’operazione di acquisizione di Siena da parte di Gae Aulenti in uno scenario di cui, “secondo ambienti di governo, sarebbe al corrente da tempo il presidente Pier Carlo Padoan”.

Orcel punterebbe a un possibile intervento in autunno su Banco Bpm perchè la sua rete consentirebbe a Gae Aulenti di risalire dal 4% di quota di mercato in Lombardia. Unicredit-Bpm avrebbe un beneficio di capitale di 3,6 miliardi.

Unicredit punta a Banco Bpm, il Mef offre anche Mps

Secondo “fonti a conoscenza del dossier”, citate dal giornale romano, lo schema che il Tesoro vorrebbe proporre a Unicredit sarebbe di acquistare a valori quasi simbolici il 51% di Monte dei Paschi di Siena, restando con il 13%.

Unicredit lancerebbe l’opa sempre a prezzi vicini a quello di acquisto della maggioranza, alla quale il Mef non aderirebbe, in modo da affiancare l’azionista di maggioranza nel processo di ristrutturazione da realizzare nei tre anni concessi dalla norma sui crediti fiscali per usufruire dei vantaggi di capitale incorporando l’istituto.

Il tutto in un contesto di negoziazione con i sindacati per gestire gli attesi esuberi secondo una modalità di farli riassorbire dallo Stato in alcune sue attività ma anche di cessione di alcuni asset, come la rete al centro sud a favore di Mcc-Popolare di Bari, in modo di non incorrere nei rilievi antitrust.

Borsa italiana oggi 18-06-2021 — 08:27

Borsa italiana oggi: Prysmian, Mediaset, Banco Desio

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi poco mossa

continua la lettura