Lun 26 Ottobre 2020 — 07:36

Bper, aumento di capitale da oltre 800 milioni



Il prezzo di 90 centesimi incorpora uno sconto sul Terp del 31% circa. Schierato un ampio consorzio di garanzia

Bper aumento di capitale

Il cda di Bper ha dato luce verde a un aumento di capitale che scatterà lunedì per un importo di 802,25 milioni e un prezzo a 90 centesimi che incorpora uno sconto sul Terp del 31% circa. Schierato un ampio consorzio di garanzia.

Bper, aumento di capitale al via

L’aumento di capitale è finalizzato all’acquisizione dei 532 sportelli che Intesa Sanpaolo cederà all’istituto modenese dopo l’Opas su Ubi Banca, che proprio lunedì lascerà la Borsa con il delisting in programma.

Il closing della cessione di sportelli peraltro subirà dei ritardi e ha spinto Bper a rivedere le stime sul 2021 (vedi più sotto nell’articolo).

Prezzo nuove azioni

L’aumento avviene con l’emissione di nuove azioni da offrire in opzione agli azionisti e ai titolari delle obbligazioni convertibili del prestito Additional Tier 1 emesso il 25 luglio 2019 nel rapporto di 8 nuove azioni ogni 5 diritti di opzione posseduti al prezzo di sottoscrizione 0,90 euro l’una da imputarsi per 0,60 euro a capitale sociale e per 0,30 euro a sovrapprezzo.

Bper, calendario aumento di capitale

Il prezzo di emissione delle nuove azioni incorpora uno sconto del 30,97% rispetto al prezzo teorico ex diritto (Theoretical Ex Right Price o Terp) delle azioni ordinarie Bper.

I diritti di opzione potranno essere sottoscritti fra il 5 e il 23 ottobre e saranno negoziabili fino al 19.

Aumento Bper, il consorzio di garanzia

Secondo le aspettative di mercato sull’aumento di capitale di Bper, scontata l’adesione dei grandi soci quali Unipol e la stessa Fondazione Banco di Sardegna, si guarda anche al comportamento dei piccoli azionisti, con il retail che deterrebbe fino al 40% della banca.

Bper Alessandro Vandelli

Alessandro Vandelli

Intanto è stato sottoscritto il contratto di garanzia (underwriting agreement) che vede Mediobanca in qualità di sole global coordinator e joint bookrunner, BofA e Citigroup in qualità di co-global coordinator e joint bookrunner, Jp Morgan in qualità di senior joint bookrunner; e Banco Santander, Barclays, Bbp Paribas, Crédit
Agricole, Equita Sim, Intermonte Sim, Mainfirst e Mps Capital Services Banca per le Imprese in qualità di joint bookrunner.

Migrazione filiali

Bper Banca e Intesa nell’ambito del confronto tecnico volto a definire modalità di attuazione del trasferimento del Ramo costituito da 532 filiali, tali da consentire la migrazione tecnica ed amministrativa, hanno individuato come periodo previsto per il closing la seconda metà di febbraio 2021 per le filiali di Ubi Banca e il secondo trimestre 2021 per il trasferimento delle filiali di Intesa Sanpaolo.

Bper, target 2021

Il cda di Bper guidato da Alessandro Vandelli, tenuto conto della nuova tempistica prevista per il closing, ha rivisto i target 2021, con l’utile netto consolidato stimato della Combined Entity atteso a circa 350 milioni, escludendo gli elementi one-off positivi e negativi dell’operazione. Le stime di Npe ratio lordo e cost/income ratio della nuova entità a fine 2021 sono attese rispettivamente in area 9% e 60%, con un CET1 ratio Fully Loaded atteso superiore al 13,0%.

In Borsa alle ore 9,56 le azioni Bper Banca segnano -2,56% a 1,90 euro.

azioni unicredit 23-10-2020 — 11:44

Azioni Unicredit, Goldman Sachs conferma buy. Banco Bpm tagliato a neutral

Il broker alza il prezzo obiettivo dei due istituti incorporando nei target le probabilità di M&A

continua la lettura