Lun 19 Agosto 2019 — 23:41

Bper alle grandi manovre con Unipol: acquista la banca e cede 1,3 miliardi di Npl



La banca modenese, come da previsioni, rileva Unipol Banca e sale al 100% di Banco di Sardegna e soprattutto accelera il processo di de-risking cedendo al gruppo bolognese 1,3 miliardi di sofferenze

Bper Banca News

Titolo Bper in grande spolvero a Piazza Affari in scia non solo ai conti ma anche alla chiusura in contemporanea di due colpi, l’acquisizione di Unipol Banca e il rafforzamento nel capitale di Banco di Sardegna.

In particolare la banca modenese acquisterà il 100% di Unipol Banca per 220 milioni di euro dal socio Unipol che a sua volta rileverà, sempre dall’istituto guidato da Alessandro Vandelli, due distinti portafogli di sofferenze per un valore lordo di libro di 1,3 miliardi di euro, a fronte di un corrispettivo di 130 milioni di euro.

Le due operazioni consentono a Bper di ampliare la sua rete e allo stesso tempo di imprimere un colpo di acceleratore alle iniziative di de-risking e a Unipol di completare il processo di valorizzazione della sua presenza nel comparto bancario nonché di ampliare la dimensione operativa di UnipolReC, la società nata dallo scorporo delle sofferenze di Unipol Banca.

Allo stesso tempo Bper ha messo ordine nelle sue partecipazioni acquistando il 49% di Banco di Sardegna rilevando tutte le azioni ordinarie e privilegiate detenute dalla Fondazione di Sardegna a fronte dell’emissione di 33 milioni di titoli Bper e di uno strumento convertibile subordinato Additional Tier 1 dal valore nominale di 150 milioni.

Vandelli ha inoltre spiegato in conference che Bper “è vicina” ad acquistare il 40% di Arca Sgr insieme alla Popolare di Sondrio e una comunicazione potrebbe arrivare “nei prossimi giorni”.

E il numero uno di Unipol Carlo Cimbri ha detto che la compagnia è pronta a salire al 20% di Bper, con ciò fornendo un ulteriore spunto all’odierno rally della banca in Borsa.

Intanto Bper chiude il 2018 con un utile netto di 402 milioni, “il più alto nella storia del gruppo”. Viene alzato il dividendo, con un propsota di cedola pari a 13 centesimi, contro gli 11 centesimi del 2017.

Tutte le operazioni sono state accolte positivamente dal mercato. Le azioni della banca, complice anche i positivi dati trimestrali, sono le migliori del Ftse Mib con un guadagno, alle 9,26, del 5,01%.