Dom 17 Febbraio 2019 — 15:49

Bloomberg: italiani i più colpiti dall’euro



Dall’introduzione della moneta unica è l’unico Paese che ha visto scendere il Pil pro capite, peggio della Grecia. La più favorita è stata la Germania

A quasi vent’anni dalla creazione della valuta unica europea, introdotta come riferimento di calcolo nel gennaio del 1999, gli italiani hanno registrato la peggiore performance economica tra tutti e i 19 Paesi che ha aderito all’euro.

È quanto scrive Bloomberg citando alcune statistiche in un momento in cui le ipotesi di uscita dall’euro non sono più appannaggio esclusivo dei partiti a vocazione populista. L’Italexit inizia quanto meno ad essere presa in seria considerazione dai vertici finanziari internazionali.

{{*ExtraImg_38226_ArtImgCenter_650x432_}}

D’altro canto il Pil, pro capite, secondo i conti di Bloomberg, negli ultimi 18 anni è sceso dello 0,4%, un dato in decisa controtendenza rispetto al periodo precedente all’ingresso nella valuta comune con il Belpaese che registrava un’espansione economica del 6,2% nel 1998.

Non solo. Rispetto a Germania Francia, Spagna e persino alla Grecia (che ha aderito all’euro successivamente), l’Italia è il solo Paese a registrare una contrazione del Pil tra il 1998 e il 2016. Tanto per fare un paragone la Germania nello stesso periodo ha registrato una crescita del 26,1% la migliore performance di tutto il Vecchio Continente. “Sarà molto difficile su questa basi per l’Italia raggiungere i tassi di crescita degli altri Paesi” sostiene interpellata dall’agenzia Loredana Federico, economista presso Unicredit.

Fca news 15-02-2019 — 11:19

Fca bocciata da Banca Imi, il 2019 è molto impegnativo

La banca d’affari taglia raccomandazione e target price a causa delle guidance sotto le attese annunciate dai vertici aziendali in occasione della pubblicazione dei conti

continua la lettura