Gio 21 Marzo 2019 — 11:32

Bcc, Iccrea si allarga con Mediocredito Fvg



Raggiunto un accordo con la regione e Cr Trieste: l’istituto entrerà nel nuovo gruppo cooperativo che nascerà nel 2018

Banca Mediocredito Friuli Venezia Giulia entra nel perimetro del Gruppo bancario Iccrea. A stabilirlo è un accordo raggiunto nella serata di ieri tra Regione Friuli Venezia Giulia, Fondazione Cassa di Risparmio di Trieste e lo stesso gruppo del credito cooperativo.

In particolare, a Iccrea dovrebbe andare il 51% dell’istituto. L’operazione verrà perfezionata attraverso un aumento di capitale del Mediocredito Fvg (la cui valutazione oscilla sui 100 milioni) riservato a Iccrea, affinché – in linea con i piani di sviluppo che verranno adottati dal gruppo cooperativo – “l’istituto diventi, anche in collaborazione con le Bcc aderenti, l’unico centro di competenza per le diverse attività creditizie e finanziarie nella regione, tra cui il credito agevolato, i finanziamenti a medio e lungo termine, le attività di tesoreria degli Enti Pubblici”, spiega una nota che illustra l’intesa. “Verranno altresì sviluppati, attraverso l’istituto, tutti i servizi a valore aggiunto nel segmento corporate con particolare riferimento all’attività di accompagnamento delle aziende al mercato dei capitali”.

L’accordo, subordinato alle autorizzazioni di Bankitalia e Bce, allarga quindi il perimetro del gruppo Iccrea, in vista del costituendo gruppo bancario cooperativo che nascerà nel corso del 2018.

L’operazione contempla inoltre l’ingresso della Fondazione CrTrieste nel capitale di Iccrea Banca, consentendo così alla Fondazione di essere il primo ente esterno al sistema del credito cooperativo a entrare nel capitale della capogruppo del gruppo Iccrea, in coerenza – aggiunge la nota – anche con gli obiettivi della riforma del sistema cooperativo italiano.

mps news 20-03-2019 — 10:18

Mps: petitum da cause legali balza a 5 miliardi. Diamanti, altro sequestro

Torna a crescere il contenzioso. Sul caso dei diamanti, fra le righe del bilancio spunta un secondo ordine di sequestro preventivo

continua la lettura