Sab 05 Dicembre 2020 — 15:20

Bbva pronta a fusione con Sabadell. E Santander si rafforza con asset Wirecard



Spagna protagonista del consolidamento, ma non accende la speculazione a Piazza Affari: i titoli bancari tirano il fiato

Spagna protagonista del consolidamento bancario: Bbva e Sabadell trattano una possibile fusione, che farebbe seguito al matrimonio annunciato quest’anno tra Bankia e CaixaBank. Intanto il numero uno Santander si è fatto avanti per rilevare gli asset tecnologici di Wirecard, il colosso fintech tedesco caduto in disgrazia.

Bbva-Santander, fusione in vista

Bbva, che solo ieri mattina aveva annunciato la maxi cessione delle attività Usa per quasi 10 miliardi, ha svelato in serata le trattative in corso per una fusione con la rivale Sabadell.

Bbva e Sabadell sono rispettivamente la seconda e la quarta banca del Paese e se la fusione andasse in porto si tratterebbe della seconda grande operazione di concentrazione quest’anno in Spagna, dopo quella tra Bankia – istituto a controllo pubblico con una storia simile a quella della “nostra” Mps – e CaixaBank.

I colloqui di Bbva (Banco Bilbao Vizcaya Argentaria) con i vertici del Banco de Sabadell proseguono ma “nessuna decisione è stata ancora presa” e non c’è la certezza che l’operazione vada in porto. Al momento, le due banche stanno effettuando una due diligence incrociata e hanno nominato i rispettivi consulenti.

Fusioni banche in Italia

Una nuova operazione imprimerebbe una ulteriore accelerazione al consolidamento del settore in Spagna e a livello europeo.

In Italia, dopo la maxi opas che ha visto Intesa Sanpaolo conquistare Ubi, il mercato attende al varco soprattutto Banco Bpm, accostato a una possibile aggregazione con Crédit Agricole Italia. Si è parlato anche di un’aggregazione con Unicredit per raccogliere la sfida lanciatada IntesaSanpaolo, ma il ceo Jean Pierre Mustier ha smentito più volte l’interesse a operazioni di M&A.

Bper sembra impegnata a integrare le filiali di Ubi. E Mps sembra destinata a rimanere per il momento sotto l’ala dello Stato.

Il risiko è in pausa di riflessione e oggi i titoli delle banche italiane non approfittano delle notizie provenienti dalla Spagna, preferendo consolidare dopo i recenti rialzi.

Santander rileva asset Wirecard

Intanto si è appreso che Santander rileverà gli asset tecnologici di
Wirecard, in fase di smantellamento dopo lo scandalo che l’ha portata al fallimento.

Santander ha raggiunto un accordo con il curatore fallimentare di varie filiali di Wirecard e di Wirecard Bank per acquisire “le attività altamente specializzate per i pagamenti di Wirecard in Europa per rafforzare ed accelerare i suoi piani di crescita nella regione”.

Circa 500 dipendenti che attualmente gestiscono le attività oggetto dell’acquisizione passeranno al Santander, resteranno nelle loro attuali sedi di lavoro e entreranno a far parte dei servizi di global merchant del gruppo che fanno capo alla controllata Getnet.

L’importo dell’operazione non è stato reso noto, ma secondo la Suddeutsche Zeitung si tratterebbe di 100 milioni di euro.

mps piano esuberi 04-12-2020 — 11:12

Mps, nel piano industriale almeno 3.000 esuberi

Le indiscrezioni fanno seguito alla nota con cui la banca ha convocato per il prossimo 17 dicembre un cda per delineare il nuovo piano strategico

continua la lettura