Mer 28 Settembre 2022 — 02:08

Banco Bpm vola in Borsa dopo blitz Crédit Agricole



I francesi per ora restano sotto il 10% (come fecero a suo tempo con il Creval) ma l’operazione rilancia le aspettative su una possibile fusione

banco bpm bond

Banco Bpm sugli scudi in Borsa dopo il blitz con cui Crédit Agricole ha acquistato una quota del 9,18% nel capitale dell’istituto guidato da Giuseppe Castagna.

Banco Bpm, azioni in spolvero dopo mossa Crédit Agricole

I francesi per ora restano sotto il 10% (come fecero a suo tempo con il Creval, po acquisito) ma l’operazione rilancia le aspettative su una possibile fusione. Il mercato apprezza.

Nei mesi scorsi si era parlato di movimenti “dietro le quinte”. Castagna e il ceo di Crédit Agricole Italia, Giampiero Maioli, si sarebbero incontrati a fine gennaio per fare il punto sulla governance di Agos, la società di credito al consumo controllata al 61% da Agricole e al 39% da Piazza Meda. E qui erano nate le recenti speculazioni.

In ogni caso l’acquisto della partecipazione “non è stato preventivamente concordato” con Banco Bpm, ha spiegato una nota di Piazza Meda.

Banco Bpm è stato accostato per anni a una possibile fusione con Bper, mentre negli ultimi mesi era stato indicato come uno degli obiettivi ideali del ceo di Unicredit, Andrea Orcel, uno specialista in tema di M&A bancario.

Rafforzare la partnership

La banca francese da parte sua ha spiegato: “Quest’operazione testimonia il forte apprezzamento di Crédit Agricole per le qualità intrinseche di Banco Bpm: una realtà solida, con un outlook positivo sul piano finanziario e un management team forte e con un comprovato track-record”.

L’operazione annunciata da Parigi “consolida la relazione strategica e di lungo termine” costituita “innanzitutto dalla partnership nel credito al consumo” (Agos). Crédit Agricole, “in particolare, intende ampliare l’oggetto della partnership strategica con Banco Bpm”. L’acquisto della quota è avvenuto “per effetto di acquisti sul mercato e di un’operazione con una primaria banca d’affari internazionale”, ha spiegato la Banque Verte. Banco Bpm ha detto di averlo appreso solo ieri sera e ha sottolineato la “qualità e l’importanza dell’investitore”.

Peraltro si aprono nuovi scenari per Anima,  di cui Banco Bpm è partner e primo azionista. Agricole controlla il colosso europeo del risparmio gestito Amundi.

Banco Bpm, analisti

Secondo Equita la notizia è positiva per Banco Bpm “dato che da un lato è prova della solidità delle prospettive future dal punto di vista operativo, dall’altro riteniamo ravvivi l’appeal speculativo sul titolo, alla luce della presenza di un investitore industriale di qualità come Credit Agricole, con un comprovato track-record in ambito M&A”. Il broker ritiene che “le probabilità di una business combination siano elevate sebbene le modalità e le tempistiche rimarranno da valutare”.

Equita sottolinea inoltre che la mossa francese “aumenta l’appeal speculativo anche su Anima”, essendo Banco Bpm il principale partner strategico “con un contratto di distribuzione fino al 2037, masse gestite di circa 45 miliardi e una penetrazione sul totale dei fondi della clientela della banca del 69% circa”. Il contratto di distribuzione prevede fra l’altro “protezioni significative per Anima”.

Secondo gli analisti di Intesa Sanpaolo, Banco Bpm “è un perfetto candidato per il coinvolgimento nel processo di consolidamento” e un’integrazione con Agricole “avrebbe senso dal punto di vista industriale, dato che rafforzerebbe il posizionamento competitivo e creerebbe sinergie”.

Jefferies conferma su Banco Bpm raccomandazione buy e un target price di 4,2 euro, prezzo che incorpora un premio consistente “per convincere gli azionisti a consegnare le loro azioni”.

In Borsa alle ore 9,37 le azioni Banco Bpm segnano +15,14% a 3,149 euro; Anima Holding +8,84% a 4,332 euro; a Parigi Crédit Agricole Sa +0,67% a 9,953 euro.

 

 

 

 

 

tim cvc 27-09-2022 — 11:02

Tim, un ruolo per l’accoppiata Berlusconi Xavier Niel?

Spunta un’ipotesi che poggia sul nuovo sodalizio italo-francese e sulla netta vittoria del centrodestra alle elezioni. Mfe smentisce “raccordi con Iliad e Tim”

continua la lettura